Caricamento in corso...
11 giugno 2014

GIRONE H, BELGIO: una squadra giovane per sfidare le big

print-icon
bel

LA SCHEDA. La "banda" di Marc Wilmots, con ben 6 giocatori nati dopo il 1990, torna al Mondiale dopo 12 anni. E proverà a sorprendere le grandi con il talento di Hazard, la sicurezza di Courtois e la potenza di Lukaku

I PRECEDENTI AI MONDIALI
Il Belgio ha partecipato per 12 volte a una fase finale del Mondiale, la prima nel 1930, l'ultima nel 2002. Cinque volte su dodici ha passato il primo turno. Il miglior risultato a Messico 1986 quando arrivò quarto, dopo aver perso la semifinale contro l'Argentina di Maradona.

COME SI È QUALIFICATO E DOVE PUÒ ARRIVARE
La squadra di Marc Wilmots ha conquistato il pass per Brasile 2014, vincendo il girone A di qualificazione davanti alla Croazia. 26 punti con 10 vittorie, 8 pareggi e zero sconfitte, miglior squadra della zona europea dopo l'Olanda. In Brasile l'obiettivo minimo è il passaggio del turno, magari come prima. Nei turni a eliminazione diretta i belgi possono diventare una mina vagante.

LA STELLA: Eden Hazard

Il centrocampista offensivo del Chelsea è uno dei talenti più attesi all'esordio mondiale. Tecnica e velocità che in una Nazionale votata all'attacco possono straripare. 43 partite e 5 gol il suo score ad ora in Nazionale. In Brasile può davvero sorprendere.

L'ALLENATORE: Marc Wimots

45 anni, nato in Vallonia, ha giocato in patria, ma anche in Germania e Francia, vincendo una Coppa Uefa con lo Schalke 04. 70 presenze e 28 reti in Nazionale, era in campo nell'ultima partita del Belgio ai Mondiali nel 2002.

CURIOSITÀ MONDIALI
  • L'unico titolo a livello senior per la selezione belga sono i Giochi Olimpici del 1920, disputati ad Anversa. Il Belgio battè in finale la Cecoslovacchia (2-0) e conquistò l'oro in uno dei tre tornei che vengono considerati dalla Fifa come Mondiali dilettanti.
  • Nella sua storia "Mondiale" il Belgio ha subito due reti bellissime: nel 1986 da Diego Armando Maradona in semifinale e nel 1994 da Saeed Al-Owairan, giocatore dell'Arabia Saudita, che con il suo gol eliminò il Belgio.
  • L'attuale ct Wilmots è il giocatore che con la maglia del Belgio ha segnato più reti, cinque, in un Mondiale.
  • Tra i 23 giocatori della rosa belga ben 9 (tra cui Lukaku, Witsel e il capitano Kompany) hanno genitori non originari del Paese, anche se tutti sono nati sul territorio del Regno.
  • Enzo Scifo, nato a La Louviere da genitori italiani, è stato il più giovane debuttante in un Mondiale per il Belgio. Classe 1966, giocò a Messico '86 a 20 anni e 4 mesi. Se Divock Origi o Adnan Januzaj scenderanno in campo in Brasile batterano il suo record.

COME GIOCA
Nell'ultimo anno Wilmots ha variato tra un 4-3-3 e il 4-2-3-1. In Brasile sembra orientato a giocare con una punta centrale di peso (Lukaku) e una batteria di trequartisti (Hazard-De Bruyne-Mertens, ma anche Januzaj) a sostegno.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky