Caricamento in corso...
11 giugno 2014

GIRONE C, COSTA D'AVORIO: l'ultimo Mondiale del totem Drogba

print-icon
cos

LA SCHEDA . Per il 36enne attaccante la terza chance di portare gli Elefanti a una storica qualificazione agli ottavi dopo le eliminazioni nel 2006 e 2010. Lo farà con l'aiuto dei fratelli Touré, Gervinho e la sana incoscienza del tecnico Lamouchi

I PRECEDENTI AI MONDIALI
Per gli Elefanti è il terzo appuntamento consecutivo con la Coppa del mondo. Due gironi terribili in Germania e Sudafrica, sempre fuori al primo turno. In precedenza un successo in Coppa d'Africa, nel lontano 1992.

COME SI È QUALIFICATA E DOVE PUÒ ARRIVARE
Gli ivoriani si presentano in Brasile dopo aver vinto il loro gruppo davanti a Marocco, Tanzania e Gambia. Quindi i playoff contro il Senegal: 3-1 all'andata e pareggio al ritorno (1-1, col brivido) sul campo neutro di Casablanca. Kalou e Yaya Touré migliori marcatori con 4 reti. Ora un girone tutt'altro che impossibile con Giappone, Grecia e Colombia.

LA STELLA: Didier Drogba

Sarà il suo ultimo Mondiale e Didier Drogba vuole fare alla sua gente ancora un regalo. Il 36enne attaccante del Galatasaray (fino al 30 giugno) proverà a trascinare i suoi compagni al passaggio del turno, che rappresenterebbe un risultato storico per gli africani. E una rivincita per le ultime edizioni della Coppa d'Africa, dove ha un po' deluso.

L'ALLENATORE: Sabri Lamouchi
Sabri Lamouchi è riuscito a vincere la concorrenza del Trap e al suo primo incarico da allenatore andrà a giocarsi la fase finale di un Campionato del mondo. Lo ricordano soprattutto i tifosi del Parma, l'ex centrocampista segnò l'1-0 della vittoria al Tardini contro la Juventus e nel 2002 vinse la Coppa Italia con i ducali.

CURIOSITÀ MONDIALI
  • Contrariaramente a quanto si possa immaginare non è Drogba il primatista di presenze, ma un altro Didier, Zokora (115 vs 101).
  • Nessun dubbio invece sul migliore marcatore della nazionale ivoriana che è, appunto, l'ex attaccante del Chelsea con 65 reti.
  • La Costa d'Avorio ha disputato, vincendo, i due confronti internazionali terminati ai rigori più lunghi della storia del calcio: nella finale di Coppa d'Africa '92 contro il Ghana (11-10), e nei quarti della Coppa 2006 con il Camerun, che ha ceduto soltanto dopo 24 tiri dal dischetto (12-11).
  • Allo stesso modo gli Elefanti hanno perso la finale del 2012 contro lo Zambia, 8-7 dopo 18 rigori di cui due sbagliati da Kolo Touré e Gervinho (oltre all'errore nei tempi regolamentari di Drogba).
  • Alla guida degli africani nel 2010 c'era Sven Goran Eriksson, subentrato a Vahid Halilhodzic pochi mesi prima dei Mondiali. Lo svedese si dimetterà il 2 agosto di quella stessa estate.
  • In entrambe le partecipazioni alla Coppa del mondo sono riusciti a vincere una partita: 3-2 contro Serbia e Montenegro nel 2006, 3-0 alla Corea del Nord in Sudafrica.
  • I colori sono quelli della bandiera nazionale: maglia arancio, calzoncini bianchi e calzettoni verdi. Sul petto lo stemma di un elefante verde stilizzato su una mappa bianca.
  • La prima partita della nazionale ivoriana si giocò il 13 aprile del 1960 in Madascar, contro il Dahomey (l'attuale Benin): finì 3-2 per gli Elefanti.

COME GIOCA

Modulo abbastanza speculare, un 4-2-3-1 impostato sull'unica punta Drogba, sostenuto dalla velocità di Kalou e Gervinho sugli esterni, protetto dalla solidità di Yaya Touré alle sue spalle. Dietro il più "anziano" dei fratelloni, Kolo, che si farà aiutare da Bamba e dalle coperture dell'altro grande vecchio Zokora.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky