Caricamento in corso...
11 giugno 2014

GIRONE D, COSTA RICA: la Cenerentola nel gruppo d'acciaio

print-icon
cos

LA SCHEDA. I centroamericani si sono qualificati bene e possono giocare brutti scherzi: attenzione a Bryan Ruiz e Joel Campbell. Ma il girone con Italia, Uruguay e Inghilterra è il più duro del Mondiale: superare la prima fase sarebbe più di un'impresa

I PRECEDENTI AI MONDIALI
Quello in Brasile sarà il quarto Mondiale della storia del Costa Rica, che si qualificò per la prima volta a Italia '90. Lì ottenne il miglior risultato: gli ottavi di finale dove perse con la Cecoslovacchia. Poi due eliminazioni al primo turno nel 2002 e nel 2006.

COME SI È QUALIFICATO E DOVE PUÒ ARRIVARE

Ha fatto un'ottima figura nelle qualificazioni della Concacaf, la federazione nord e centroamericana, piazzandosi secondo nell'ultima fase, dietro agli Usa. Difficilissimo che superi il primo turno ai Mondiali: il girone è proibitivo. Ma non è assolutamente una squadra materasso. Possibile che vinca una delle tre partite del gruppo D.

LA STELLA: Bryan Ruiz

Esterno d'attacco tecnico e con un gran tiro, ama fare l'ultima giocata, ma non è rapidissimo. Di proprietà del Fulham, ha giocato la seconda metà della stagione in prestito al PSV Eindhoven. Porta il 10 sulla schiena: è l'uomo da tenere d'occhio. Ma bisognerà fare attenzione anche all'altra punta, il giovanissimo Joel Campbell. Classe '92, dell'Arsenal in prestito all'Olympiakos, se è in giornata fa la differenza.

L'ALLENATORE: Jorge Pinto
Colombiano, ex ct della Nazionale del suo Paese, ha allenato il Costa Rica in due riprese: prima tra il 2004 e il 2005, poi dal 2011 a oggi. Con buoni risultati.

CURIOSITÀ MONDIALI
  • Il Costa Rica, con 4 partecipazioni, è la terza nella Concacaf per presenza ai Mondiali: meglio hanno fatto solo Messico (15) e Usa (10)
  • Il girone D è l'unico con tre squadre vincitrici di almeno un Mondiale: la quarta è il Costa Rica
  • Il capocannoniere in attività della squadra, Alvaro Saborio (31 gol in 62 presenze), non sarà ai Mondiali per infortunio
  • Nel Ranking Fifa è al 28° posto, ma all'inizio del 2013 era addirittura 66°
  • Dal 1997 il Costa Rica è uno degli ospiti fissi della Coppa America, dove non aveva mai giocato dal 1916
  • Il miglior marcatore della storia della Nazionale della Costa Rica è Rolando Fonseca, ritiratosi nel 2012: non ha mai segnato in un Mondiale
  • Il soprannome della squadra è "Ticos", come i Costaricani si chiamano tra di loro

COME GIOCA
Il modulo è un super-difensivo 5-2-3, ovvero un 5-4-1. La tattica è abbastanza chiara: prima di tutto, non prenderle. Con il portiere Navas, tra i migliori della squadra, segnare non è semplice. Ma in mezzo al campo mancano uomini di qualità.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky