Caricamento in corso...
11 giugno 2014

GIRONE D, ITALIA: Buffon, Pirlo e Balo per stupire ancora

print-icon
ita

LA SCHEDA. Sotto la gestione Prandelli sono arrivati un secondo posto agli Europei e un terzo in Confederations Cup. Tra scetticismo e polemiche per le scelte del ct, gli ingredienti (e gli uomini) per fare un grande Mondiale non mancano

I PRECEDENTI AI MONDIALI
L'Italia ha vinto quattro edizioni dei Mondiali: 1934, 1938, 1982 e l'ultimo - come dimenticarlo - in Germania otto anni fa. Negli ultimi due anni è arrivata in finale agli Europei (persa 4-0 con la Spagna) e terza in Confederations Cup (eliminata dal Brasile in semifinale, 4-2, poi vincente con l'Uruguay ai rigori nella "finalina").

COME SI È QUALIFICATA E DOVE PUÒ ARRIVARE
Gli azzurri hanno superato il proprio girone di qualificazione senza problemi, con 6 vittorie e 4 pareggi. Nelle ultime amichevoli però hanno fatto fatica e Prandelli ha ricevuto critiche per l'esclusione di Giuseppe Rossi. La rosa è un mix di gioventù (Verratti, Balotelli, Insigne, Immobile) ed esperienza (Pirlo, Buffon, De Rossi, Cassano). Potenzialmente può arrivare anche in finale. Ma non parte in prima fila.

LA STELLA: Mario Balotelli

Insieme a Pirlo è il giocatore dalla classe più cristallina della rosa. Tutto il Paese si aspetta di rivedere il centravanti che demolì la Germania due anni fa. Reggerà da solo il peso dell'attacco: Prandelli ci crede, anche se Mario ama giocare con Cassano. A 24 anni è il momento di affermarsi anche a livello internazionale. Se non troverà la giusta forma, per l'Italia in Brasile sarà durissima.

L'ALLENATORE: Cesare Prandelli
In azzurro dal 2010, dopo il fallimento di Lippi in Sudafrica, non è forse il ct più amato della storia italiana, ma nemmeno il più inviso. I risultati finora sono stati buoni: gli manca un trionfo.

CURIOSITÀ MONDIALI
  • L'Italia ha saltato due sole edizioni dei Mondiali su 20: nel 1930 - la prima in assoluto - e nel 1958.
  • La maglia dell'Italia è azzurra dal 1911: il colore è il "blu Savoia", dal colore dello stemma della casa reale.
  • Il giocatore con più presenze nella Storia azzurra è Gigi Buffon: 140 prima del Mondiale, 4 più di Fabio Cannavaro.
  • La bestia nera dell'Italia è il Brasile: in 16 incontri solo 5 vittorie. L'ultima ai Mondiali del 1982, con la storica tripletta di Paolo Rossi.
  • Ha toccato il punto più basso nel ranking Fifa nel 2010, dopo il Mondiale sudafricano, scivolando al 16° posto. Attualmente è al 9°.
  • L'Italia ha vinto i Mondiali soltanto in Europa: in Italia (1930), Francia (1934), Spagna (1982) e Germania (2006).
  • I tre marcatori italiani più prolifici ai Mondiali sono stati Paolo Rossi, Roberto Baggio e Christian Vieri: 9 gol a testa.

COME GIOCA

Negli ultimi due anni Cesare Prandelli ha cambiato faccia più volte alla sua squadra. In Brasile parte con l'idea di un'unica punta e un centrocampo folto. De Rossi coprirà la difesa, i terzini le fasce; in mezzo due palleggiatori con Balotelli centravanti.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky