Caricamento in corso...
14 giugno 2014

Il Cile e Sanchez inguaiano la Spagna. Vidal in campo un'ora

print-icon

La Roja supera 3-1 l'Australia con un gol ed un assist del Niño Maravilla e sale in testa al girone B con l'Olanda. Il secondo match, contro i campioni del mondo in carica, può già essere decisivo

CILE-AUSTRALIA 3-1
12' Sanchez (C), 14' Valdivia (C), 34' Cahill (A), 92' Beausejour (C)

Guarda la cronaca del match


Il Cile tira un sospiro di sollievo, l'Australia crede per un tempo nell'impresa, la Spagna ha sempre più le spalle al muro. Nella notte di Cuiaba, dove la Roja batte 3-1 la cenerentola del girone, un quarto d'ora basta e avanza a Sanchez per mettere in mostra tutte le sue qualità: un gol, un assist a Valdivia e giocate che fanno venire il mal di testa ai difensori dei Socceroos. Il gol di un eterno Cahill, capace da solo di tenere in scacco la retroguardia della Roja, accorcia le distanze ma non basta a rovinare la festa dei 44mila sugli spalti del Pantanal, in stragrande maggioranza tifosi cileni. Che al 92esimo, dopo tanta sofferenza, possono liberare la propria gioia al gol del 3-1 di Beausejour.

La squadra di Sampaoli, pur soffrendo più del dovuto nella ripresa, si regala così la possibilità di qualificarsi agli ottavi qualora dovesse battere la Spagna nel secondo incontro del gruppo B, traguardo che pareva poco meno che impossibile da raggiungere prima del calcio d'inizio e che ora sembra veramente a un passo. La sola nota stonata è Vidal: 60 minuti in campo durante i quali sembra non voler forzare più di tanto e un gesto di nervosismo al momento della sostituzione. Più verso se stesso ed i suoi acciacchi che verso il ct, ed è forse questo l'aspetto che più deve preoccupare Sampaoli in vista dei prossimi incontri.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky