Caricamento in corso...
18 giugno 2014

Spagna, il Re abdica. "Ma non è la fine delle Furie Rosse"

print-icon

MARIO SCONCERTI analizza la dominazione calcistica spagnola nel giorno del passaggio storico da Re Juan Carlos a Felipe VI. La Nazionale di Del Bosque affronta un Cile che potrebbe condannare il calcio spagnolo a prendere atto della fine di un ciclo

E' bastata la sconfitta contro l'Olanda per far sembrare esaurita la Spagna? Secondo Mario Sconcerti non è così: "Si tende a dimenticare che si è giocata una sola partita e che Real Madrid, Atletico e Siviglia certificano che siamo ancora sotto una dominazione spagnola. E' difficile che la Spagna regali troppo a questo suo brutto momento".

D'altra parte, un passo falso con il Cile costerebbe l'eliminazione ai campioni del Mondo uscenti, e ciò avverrebbe nel giorno in cui Re Juan Carlos, a Madrid, è chiamato a firmare la sua abdicazione dalla corona di Spagna. Gli succedera Felipe VI. Un cambio, questo sì, già scritto e deciso.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky