Caricamento in corso...
22 giugno 2014

Umidità e aerei, il caldo e lungo Mondiale degli Azzurri

print-icon
azz

Gli Azzurri scendono da uno dei tanti aerei presi nel corso del periodo Mondiale (Getty)

di Luigi Brindisi

Non c’è solo il caldo a sfidare gli azzurri. Ci sono anche i chilometri da percorrere, alcune volte in aereo, altre in pullman. Circa 20mila, in poco più di un mese, fino alla partita del 24 giugno contro l’Uruguay. Più di 2800 chilometri è solo la distanza tra Rio de Janeiro e Manaus, percorsa alla prima partita contro l’Inghilterra. Quasi 2 mila quelli tra l’aeroporto militare di Santa Cruz e Recife, sede della sfida persa contro la Costa Rica. La scelta di stabilire un secondo quartier generale a Natal, sede della gara decisiva contro l’Uruguay farà risparmiare altri due voli interminabili all’interno del Brasile. Noi, speriamo non sia finita qui. Sì, va bene viaggiare, maperiamo di farlo fino al 13 luglio prossimo, ancora in Brasile fino a Rio de Janeiro. Non per fare i chilometri che servono per tornare a casa.




CLICCA QUI, PER VEDERE LA STORYMAP DAL TUO TELEFONINO


Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky