Caricamento in corso...
08 luglio 2014

Germania, lezione di calcio. Brasile umiliato e battuto 7-1

print-icon

Partita straordinaria dei tedeschi che dominano la semifinale di Belo Horizonte demolendo la Seleçao. Partita già chiusa dopo 29' sul 5-0. Klose (16.a rete) batte il record di gol Mondiali di Ronaldo. Torcida in lacrime

BRASILE-GERMANIA 1-7
11' Müller (G), 23' Klose (G), 24' e 26' Kroos (G), 29' Khedira (G), 69' e 79' Schürrle (G), 90' Oscar (B)

Guarda la cronaca del match


LE PAGELLE

"È una caratteristica propria del nostro spirito immaginare disordine e oscurità là dove non sappiamo nulla di certo",
lo scriveva un certo Goethe ne "I dolori del giovane Werther". Disordine e oscurità la Germania li ha creati nel Brasile e nell'animo dei brasiliani in una semifinale che, alla vigilia, non dava certezze, né su chi avrebbe passato il turno, tantomeno su come sarebbe finita. E' terminata nel peggiore dei modi per la torcida brasileira che aveva a lungo sognato di cancellare il dramma del Maracanaço e, invece, è finita in una tragedia sportiva ancora più grande nelle dimensioni con il Brasile umiliato da una Germania supersonica che si è insinuata nelle paure e nelle pressioni della squadra di Scolari intimorita per l'assenza di Neymar e, soprattutto, preoccupata dalla rinuncia forzata a Thiago Silva. Il Brasile esce dal Mondiale come non aveva immaginato, va avanti il più forte che diventa, automaticamente, la squadra da battere quale che sia l'avversaria per il titolo.

5' di fuoco - Eppure il Brasile aveva cominciato forte ripetendo la partenza lanciata già mostrata contro la Colombia. Non un centrocampista in più ma un omologo (molto molto meno forte) di Neymar, Bernard è stata la scelta di Scolari per andare ad aggredire alto i tedeschi nel tentativo di impedire loro di organizzare la manovra da dietro. Una strategia che ha funzionato per soli 5' minuti, il tempo che gli uomini di Loew hanno impiegato a prendere le misure.

L'inferno di Dante e David Luiz
-  Con il gol del vantaggio segnato da Muller sono crollate tutte le fragili certezze del Brasile. Da lì per altri 20' è stato un inferno per i due centrali verdeoro che in un'escalation di errori si sono visti infilare altre 4 volte senza mai riuscire a opporre una resistenza degna di una squadra qualificatasi per una semifinale del Mondiale.

KKKO - Quattro gol e un record. A Kroos e Khedira si è aggiunto Miro Klose che ha segnato il suo 16° gol mondiale superando Ronaldo "O' Fenomeno" rimasto a quota 15 ed esterrefatto dalla tribuna stampa davanti alla straordinaria prova dei tedeschi. Nella ripresa il Brasile ha provato, abbozzato una piccola reazione ma Neuer, dal canto suo, non ha mai abbassato la guardia impedendo ai verdeoro anche la piccola soddisfazione di un gol. Schurrle, neo  entrato, ha allungato il vantaggio fino al 6-0 prima di siglare con una doppietta, il 7-0. Il gol di Oscar, per il 7-1 finale, varrà soltanto per le statistiche e a nulla più.

La cabala - Il destino che si compie e che si affida anche ai numeri. Quelli dei gol, impietosi che condannano il Brasile e che rimandano alla peggior sconfitta della storia della Seleçao, un 6-0 rimediato contro l'Uruguay e superato da questa debacle dalle proporzioni incredibili. Una sconfitta casalinga per i verdeoro arrivata dopo 42 partite. E da qui parte invece la cabala mondiale, sui cui fanno affidamento i tedeschi, che premia, 24 anni dopo, la nazionale che punta alla quarta stella. Accadde al Brasile nel 1994 dopo il 1970, all'Italia nel 2006 dopo il 1982, accadrà alla Germania nel 2014 dopo il 1990?

La Germania ha vinto con merito, un successo che nasce da lontano, frutto di programmazione seria e meticolosa e di investimento nelle eccellenze calcistiche del Paese, attraverso la creazione di centri tecnici federali, dell'attività sportiva organizzata con l'ausilio delle scuole, e, soprattutto, sulla capacità delle squadre di club di promuovere i propri giovani. Adesso la difficoltà di una vittoria così incredibilmente superba sarà quella di gestire il successo rimanendo con i piedi per terra. Perché la prossima partita, la finale, sarà comunque durissima.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky