Caricamento in corso...
14 luglio 2014

Germania, la legge del più forte. Messi, che delusione

print-icon

LE PAGELLE di Stefano De Grandis. Il successo dei tedeschi al Maracanà passa per il duello vinto a centrocampo da Schweinsteiger contro Mascherano. Trionfa chi ha giocato meglio, il gol di Goetze è un "dettaglio". E la Pulce non è quello dei Palloni d'oro

di Stefano De Grandis

Ci sono voluti 113 minuti ma alla fine hanno vinto i più forti. Quelli che nel Mondiale hanno giocato meglio e quelli che alla fine hanno concretizzato l'occasione buona. Anche l'Argentina ha avuto le sue chance: con Higuain nel primo tempo; con Messi nella ripresa; e poi con Palacio nei supplementari. Il gol partita, di Goetze, arriva dopo. Ma il giocatore più giovane, quello con meno esperienza, entra al posto di Klose proprio per cercare, e trovare, il colpo della vita.

ARGENTINA, LA DELUSIONE

HIGUAIN 5 - Pesa come un macigno l’occasione della vita: quella divorata al 20 che poteva regalare la coppa all’Argentina. Ma di quella palla servita  maldestramente all’indietro da Kross, il Pipita ne colpisce soltanto una parte. Poi litiga con gli italiani. Con Stefani che lo pesca in fuorigioco quando il pallone lo aveva messo dentro. E con Rizzoli, che gli fischia un fallo dopo aver  fatto da materasso ai 90 chili di Neuer.

MESSI 5.5 - Non è la pulce dei Palloni d’oro. Le occasioni partono sempre da lui, ma da lui non vengono concretizzate. Lo spunto su Hummels, sovrastato in velocità, dimostra una condizione accettabile; il diagonale su Neuer, in area da solo, dopo aver controllato benissimo il pallone, ci ricorda che il vero Messi abita da un’altra parte

MASCHERANO 7 - Solito  lavoro indispensabile a centrocampo, in appoggio agli attaccanti, ma soprattuto a copertura della difesa. Eccelente negli anticipi, efficace nelle chiusure, e duro, una volta, quando serve. Se l’Argentina chiude con la miglior difesa dei mondiali,  la ragione principale ha un nome e un cognome.

AGUERO 5 - Ha fatto a spallate con gli energumeni tedeschi, mettendo a bilancio, alla fine, solo un cartellino giallo e mezzo… Rischia di uscire per un gomito sul viso dell’ indistruttibile Schweinsteiger. Per il resto poco. Nessun tiro, e nemmeno un’azione degna del Kun

PALACIO 5
- Come Balotelli, sbaglia un pallonetto che poteva regalare gloria alla sua nazionale. Come nella precedente partita in albiceleste, davanti alla porta perde la freddezza che lo ha portato dall’Inter direttamente alla seleccion, al posto di Tevez. Non è stato il suo mondiale.

GERMANIA, I CAMPIONI

HOWEDES  6.5 -Poteva essere il protagonista che non t'aspetti, quando sale in ascensore, allo scadere del primo tempo, per schiacciare  di testa contro un palo. Poi funziona in copertuttra, un po’ meno sulla fascia. Dove il piede da stopperone vecchia maniera non è troppo educato per il cross
6,5

SCHURRLE 7.5 - E' il più pericoloso tra i tedeschi. Quello che centrando la porta in un paio di occasioni permette a Romero di prendersi dei meriti per i suoi 486 minuti di imbattibilità. Spreca a la sua occasione quando al termine dell’azione  tedesca più bella non riesce a controllare l’assist di Muller. Ma si rifà con l’accelerazione bruciante e il cross per il gol che vale la coppa.

SCHWEINSTEIGER 8 - Combatte a distanza con Mascherano e alla fine vince di una incollatura. Rispetto al suo avversario si occupa più della regia, a metà con Kroos. Come quello diventa decisivo in copertura. Soprattutto  quando va a chiudere in extremis su potenziali assist. Semplici salvataggi, ma preziosi  come gol. Non si arrende nemmeno  al colpo da ko di Aguero.

GOETZE 7,5
- Fa solo il gol, ma vale il Mondiale. Fa solo il gol, ma che gol. Stop di petto e girata al volo di sinistro a sette minuti dal termine dalla fine. Quando serve la classe, la destrezza, ma anche la personalità per prendersi dei rischi. Dopo un Mondiale da incubo, da brutto anatroccolo diventa cigno. Di solito succede nei sogni.

KROOS 5 - In tono minore rispetto all’eccellente mondiale disputato. Per due volte ha il pallone per decidere, ma invece di battere di forza cerca di confezionare il  dolce, sbagliando completamente le dosi.  E l’Assist involontario che poteva regalare il vantaggio immediato a Higuain è un altro neo della sua serata imperfetta.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky