Caricamento in corso...
19 luglio 2016

Il giorno di Ventura: "Orgoglioso di essere ct"

print-icon

Il presidente della Figc apre il dopo Conte: "Siamo lieti di consegnare a Ventura la squadra, la bandiera e una prospettiva. Avrà carta bianca". L'ex allenatore granata: "Ringrazio Conte, mi ha lasciato una Nazionale con la cultura del lavoro"

L'Italia abbraccia Giampiero Ventura, presentato ufficialmente come nuova guida degli Azzurri: "E' un maestro di calcio. E' sempre stato nella mia ipotesi di allenatore della Nazionale, abbiamo superato tutto quello che c'era da superare per essere qui insieme" spiega il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, "Chi diventa Ct della nazionale italiana ha raggiunto il top della carriera. Siamo lieti di consegnarli la squadra, la bandiera e una prospettiva. Avrà carta bianca. Gli auguro un felice esordio e un percorso importante".

"Avvantaggiato grazie a Conte" - Il nuovo Ct prima di tutto ringrazia il suo precedessore, Antonio Conte: "Mi ha lasciato una squadra con delle conoscenze, una cultura del lavoro. Per questo parto leggermente avvantaggiato. Sono convinto che possiamo ritagliarci uno spazio da protagonisti". "Sono felice di essere qui ed orgoglioso di essere stato scelto per allenare una delle nazionali più importanti", sottolinea Ventura in conferenza stampa a Coverciano.


"Riparto da squadra Europeo, poi la svecchio" - Ventura ha un piano chiaro in testa: "Avrò tre giorni per preparare la gara con la Francia, quindi la base di partenza sarà quella dell'Europeo, poi intendo lanciare dei giovani che intanto devono crescere. Voglio partire dalla Nazionale di Conte e poi di fare la 'mia', sperando di stupire". Ci sarà spazio per Balotelli? "Nessun pregiudizio, deve parlare il campo. Quando ha fatto il calciatore ha dimostrato di avere qualità assolute, ma dal punto di vista comportamentale e caratteriale a volte può aver lasciato a desiderare, e non è un caso che non giochi nel Mila. E' davanti a un bivio, ma non da oggi". Da Balotelli a Pellé: "Lo chiamerò e cercherò di capire cosa possa dare, ma la Cina è lontana...Barzagli? Ci farebbe comodo, dico una banalità".

"Squadra umile, determinata, feroce ed eccitante" - Le parole chiave della nuova Nazionale? "Quella di Conte era umile, determinata e feroce: vorrei che rimasse così e che fosse anche eccitante", spiega Ventura, "Abbiamo tanta voglia di evolverci partendo da una base ben precisa, se riusciamo a fare un passo avanti nessuno ci vieta di stupire".


TUTTI I VIDEO SULLA PRESENTAZIONE DI VENTURA

Tutti i siti Sky