Caricamento in corso...
12 settembre 2016

Roma, quanti dubbi sul rigore concesso a Dzeko

print-icon

REGOLIAMOCI. Episodio chiave nel finale col rigore-vittoria dato ai giallorossi: Giacomelli lo concede per un contrasto in area tra Skriniar e il bosniaco. Sospetta posizione di fuorigioco di Dybala sul terzo gol della Juve. Bacca protesta per un rigore

di Lorenzo Fontani

JUVENTUS-SASSUOLO
Occhio a Dybala in occasione del terzo gol della Juve: l'argentino è in sospetto fuorigioco sia all'inizio dell'azione che sul colpo di testa di Pjanic. Nel secondo caso non interessa perché non partecipa al gioco, nel primo è avanti di una scarpa, davvero complicato da cogliere. In mezzo, peraltro, subisce anche un fallo da rigore da Acerbi.
Nella ripresa un sospetto rigore per parte. Gazzola in ritardo commette fallo su Pjanic, anche se il bosniaco riesce a tirare, e poteva prendere anche il rosso visto che non è un intervento genuino e diretto sul pallone. Poi su angolo per il Sassuolo Chiellini tiene la mano un po' troppo larga dopo un colpo di testa di Iemmello, ci stava rigore anche qui.

PALERMO-NAPOLI
Regolari i primi due gol del Napoli: Ghoulam è ampiamente in gioco all'inizio dell'azione che porta al gol di Hamsik, ed è buona anche la posizione di Callejon sul lancio di Insigne da cui nasce la rete del 2-0

BOLOGNA-CAGLIARI
L'azione decisiva è a inizio ripresa quando Verdi lancia Kreijci, tenuto in gioco da Bruno Alves. Storari esce a valanga fuori dalla propria area e, pur riuscendo a respingere col corpo il pallone, quasi simultaneamente colpisce in maniera anche pericolosa con il piede la gamba dell'avversario. In un primo momento Abisso lascia correre, poi l'assistente Di Iorio lo induce - correttamente - a dare punizione e rosso al portiere. Da ricordare che sulla chiara occasione da gol fuori area non è cambiato nulla.

ROMA-SAMPDORIA
Episodio chiave nel finale col rigore-vittoria dato alla Roma: Giacomelli lo concede per un contrasto in area della Samp tra Skriniar e Dzeko. In effetti il difensore doriano cerca il pallone ma col suo piede sinistro trova solo quello dell'avversario: il bosniaco però cade nettamente in ritardo. Decisione non campata in aria - l'intervento di Skriniar si può considerare negligente - ma comunque discutibile vista l'entità e l'effetto del colpo, entrambi poco rilevanti

MILAN-UDINESE
Nel finale, sullo 0-1, protesta Bacca per un presunto rigore ai suoi danni: su un cross da destra di Honda il colombiano va in anticipo su Angella che lo contrasta allungando un braccio sulla spalla dell'avversario e poi franandogli addosso. Più che la seconda parte del contrasto bisognerebbe capire se con la mano il difensore trattenga o meno Bacca, ma non è chiaro.

GENOA-FIORENTINA
Diversamente da quanto fatto da Giacomelli all'Olimpico, Banti non aspetta molto dopo il nubifragio abbattutosi su Marassi e decide di sospendere definitivamente la gara, anche se all'ora in cui è ripresa Roma-Samp anche a Genova probabilmente si sarebbe potuto giocare.
Va ricordato che la valutazione sulla praticabilità del terreno e sul tempo di attesa è lasciata alla discrezionalità e al buon senso dell'arbitro: la raccomandazione è solo quella di decidere autonomamente senza farsi condizionare. Da ricordare anche che la partita riprenderà dalla situazione di gioco esistente al momento dello stop, con il quadro disciplinare congelato: gli squalificati resteranno tali per i restanti minuti, gli ammoniti anche e verranno valutati dal Giudice Sportivo solo dopo il recupero, anche se ovviamente potranno non essere schierati dall'inizio. Non essendoci stati cambi i due allenatori disporranno ancora di tutte e tre le sostituzioni.

ATALANTA-TORINO
Curiosità sul calcio d'inizio: Pinilla calcia legittimamente il pallone all'indietro ma il passaggio gli viene corto e allora lo tocca nuovamente. Mariani interviene ma commette un errore scolastico: andava ordinato un calcio di punizione indiretto al Torino e non la ripetizione del calcio d'inizio. A meno che non abbia punito l'invasione della metà campo avversaria, ma per battere indietro è inevitabile ed è stata concessa una certa elasticità: impensabile che sia stata sanzionata in questo caso e non in tutti gli altri anche più evidenti.
A stretta norma di regolamento, e soprattutto di indicazioni recenti, il gol di Iago Falque andava annullato per fuorigioco di Maxi Lopez, che si mette dietro alla barriera, più o meno sulla traiettoria pallone portiere, e si abbassa all'ultimo momento. Essendo un comportamento poco sportivo, in questo caso non è necessario che sia chiara l'ostruzione della visuale per essere colpevoli, ma che ci si sposti con largo in anticipo per essere innocenti.
Ininfluente la posizione di fuorigioco di Paloschi sul gol di Masiello.
Il gol del 2-1 dell'Atalanta arriva su calcio di rigore piuttosto evidente: Gomez e De Silvestri vanno a terra dopo un contrasto e quando l'attaccante si rialza il difensore allunga la gamba all'indietro e lo sgambetta.

PESCARA-INTER
Regolare il gol del vantaggio del Pescara: Zampano pesca Bahebeck sul filo del fuorigioco, proprio in linea con D'Ambrosio. Involontario sul gol vittoria dell'Inter il tocco col braccio di Icardi, del tutto fortuito e senza alcuna apparente malizia da parte dell'attaccante.
 

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky