Caricamento in corso...
22 settembre 2016

Gabigol: "Voglio fare la storia dell'Inter"

print-icon
gab

Il selfie con la dirigenza durante la presentazione (foto dal profilo Twitter di Gabigol)

Presentazione in grande stile all'Auditorium Pirelli per il gioiellino brasiliano, pronto a fare il suo esordio con la maglia nerazzurra: "Della società mi ha convinto il progetto, dallo staff tecnico ai compagni". Parla anche Tronchetti Provera, ad di Pirelli: "L'Inter di Suning grande come quella di Moratti"

"Io come Ronaldo? Non mi piacciono i paragoni. Io sono Gabriel. L'Inter è una grande squadra con una grande tifoseria. E voglio fare la storia del club": lo ha detto l'attaccante dell'Inter Gabriel Barbosa, soprannominato Gabigol, durante la conferenza stampa di presentazione organizzata in grande stile all'auditorium di Pirelli di Milano. "L'Inter - ha aggiunto l'attaccante brasiliano- è sempre stata la mia prima opzione anche se avevo altre offerte. Mi ha convinto il progetto tecnico e lo staff tecnico. Io voglio dare una mano, imparare e vincere il massimo in Italia e non solo".

"L'Inter è la squadra più grande d'Italia" - "L'Inter è sempre stata la mia prima opzione anche per l'affetto dei tifosi sui social media. Avevo offerte dalla Spagna e dall'Inghilterra ma con rispetto per tutti sono arrivato nella squadra più grande in Italia e sono felice della scelta - ha continuato il brasiliano - Dove può arrivare l'Inter quest'anno? Conta vincere. L'Inter ha una grande squadra, un grande allenatore e un grande progetto". Gabigol, arrivato a Milano con la famiglia e un fisioterapista fidato, dice di essere pronto ad esordire con la maglia nerazzurra già nel prossimo turno contro il Bologna: "Mi sono allenato molto, ho avuto un periodo di riposo e mi sento pronto per la partita".

Tronchetti Provera: "Suning deve stare sempre a Milano. Non mettiamo pressione a Gabigol" - "Ringraziamo Steven Zhang. Deve sempre stare a Milano perché l'Inter ha bisogno che la società sia sempre presente, sia sempre vicina": lo ha detto l'ad e vicepresidente esecutivo del gruppo Pirelli Marco Tronchetti Provera prima della presentazione di Gabigol. "E' un giorno molto speciale - ha poi aggiunto con un sorriso Tronchetti Provera - abbiamo l'occasione di presentare 20 anni dopo un grande brasiliano. E' un po' una responsabilità perché l'ultimo che ho presentato era Ronaldo. Gabriel non ha nessuna responsabilità, non gli mettiamo pressione". 

"L'Inter del Suning come l'Inter di Moratti" - E' la convinzione e la speranza di Tronchetti Provera: "Questa Inter - dice - può riportare l'ambiente a sognare. Mi sembra ci sia la volontà di riportare l'Inter ai livelli cui Moratti l'ha portata, il gruppo Suning si è presentato come la prosecuzione dell'opera di Moratti". Tronchetti Provera applaude all'arrivo di Gabigol ("un giovane di talento") ed esprime giudizi positivi su De Boer definendolo "una persona seria che sta facendo bene il suo lavoro, il campionato è lungo ci sono le premesse per fare bene". Poi grandi complimenti a Icardi: "E' il più grande centravanti al mondo, sta diventando il vero leader della squadra".

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky