Caricamento in corso...
24 settembre 2016

Autorete di Goldaniga, la Juve passa 1-0 a Palermo

print-icon
juv

La Juve festeggia la rete che ha deciso la partita

Nell'anticipo della sesta giornata i bianconeri vincono a fatica al Barbera. Decide un tiro dalla distanza di Dani Alves deviato dal difensore rosanero. Allegri prova a scuotere la squadra lanciando Cuadrado al posto di Rugani infortunato, ma non riesce a trovare il gol del raddoppio e i suoi soffrono nel finale

PALERMO-JUVENTUS 0-1

48' aut. Goldaniga

IL TABELLINO DEL MATCH   LE PAGELLE

Una vittoria a fatica. La Juve passa a Palermo grazie all’autorete di Goldaniga al 49’ e consolida il suo primo posto in classifica. Non è stata una vittoria facile per i bianconeri di Allegri, imbrigliati per tutta la prima frazione di gioco da un'ottima fase difensiva della squadra di De Zerbi. Dopo aver portato a casa quattro punti nelle ultime due partite, i rosanero sembrano aver risolto i problemi principali di equilibrio e possono guardare al futuro con fiducia. Per la Juve c’è ancora molto da lavorare per oleare i meccanismi di quella macchina perfetta vista nell’ultima stagione.

Fuori Dybala - A inizio gara, Allegri lascia fuori Dybala e schiera Higuain dal primo minuto con Mandzukic. Per u' picciriddu, com'era conosciuto al Barbera, nessuna occasione per sfidare la squadra che l’ha lanciato verso il grande calcio: 89 presenze e 21 reti in rosanero in tre stagioni. In difesa, riposo per Chiellini, al suo posto in difesa Rugani. Prima della sfida ai bianconeri, il Palermo era l'unica squadra a non aver ottenuto punti di fronte al proprio pubblico. E resterà così, ma la strada sembra quella giusta. Dopo aver ottenuto quattro punti nelle ultime due partite, De Zerbi lascia fuori Nestorovski (l’autore della rete del pareggio al Crotone, e del gol-vittoria sull’Atalanta) e lancia Balogh. A supporto Diamanti e Chochev.

Riecco la difesa a 4 - Dopo una prima parte di gara con molto agonismo in campo, e sei ammoniti (tre per parte), l’autorete che ha sbloccato la gara in apertura di ripresa, ha reso la partita più piacevole. Ma c’è anche da dire che, dopo l’infortunio a Rugani al 30’ del primo tempo, la Juve è tornata a difendere con la difesa a quattro dopo un po' di tempo. A fare da collegamento tra centrocampo e attacco Cuadrado, che ha sostituito il giovane difensore. Per lui i primi minuti in campo dal suo ritorno alla Juve. I bianconeri hanno sfiorato il raddoppio almeno in tre occasioni nella ripresa. Bravissimo Posavec a negare la gioia della rete a Mandzukic al 66’ e al 70’. Due minuti dopo, il gol dello 0-2 del croato, segnato sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Dani Alves, è stato annullato dall’arbitro Valeri. Tenuto in partita dal suo portiere, il Palermo ha provato fino alla fine di arrivare al gol del pareggio. La Juve però, ha poco interesse ad accelerare i ritmi. Dopo un altro infortunio, quello di Asamoah, i bianconeri sono stati costretti a finire la partita in 10 uomini. L'assedio finale della squadra di De Zerbi, spinta da uno stadio intero, non è però stato fortunato. Il risultato resta 0-1.

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky