Caricamento in corso...
14 giugno 2017

Il viaggio di Nicola, il Day 6 è di riposo: trasferimento a Livorno

print-icon

L'allenatore del Crotone ha potuto finalmente riposare. Niente chilometri in bici ma solo in auto, fatta eccezione per qualche km in pedalata a causa di guasti tecnici, per il trasferimento a Livorno: "Avrei voluto visitare anche i luoghi di Pantani e il posto in cui Hayden ha avuto l'incidente in bici". Commenta con l'hashtag #inbiciconNicola

CLICCA QUI PER PEDALARE CON NICOLA

Come ogni Giro che si rispetti, anche quello di Davide Nicola non poteva non avere un giorno di riposo. L'allenatore del Crotone continua imperterrito nel suo viaggio che lo porterà fino a Torino. Oggi, dunque, trasferimento fino a Livorno, una città che ha significato molto nella carriera umana e professionale di Davide Nicola. "Avete visto come cambia la faccia? - dice Nicola mentre fa colazione sapendo di non dover affrontare tanti chilometri in bici - Stavo pensando una cosa... che mi sarebbe piaciuto andare a visitare anche il museo di Pantani, ma personalmente non ce la faccio a fare altri chilometri, mi sarebbe piaciuto anche rendere omaggio a Nicky Hayden, ma andremmo troppo fuori dal percorso... Però oggi ci trasferiamo a Livorno, una città molto importante per me". Da domani poi si ricomincerà a pedalare alla volta di La Spezia.

L'incontro con Giovanna Trillini

E Davide Nicola, dopo la colazione ha pensato bene di fare un tuffo in piscina per rilassarsi insieme al suo staff. Una volta terminato il "bagnetto", l'incontro con Giovanna Trillini, campionessa della scherma da ben otto medaglie olimpiche: "Hai fatto una gran rimonta", le ha detto. Nicola ha proseguito: "Io sono ben lontano dal tuo palmares, anzi la scherma è uno sport che mi interessa molto, perché conta un sacco anche la testa". Poi la stretta di mano e il bacio tra i due campioni.

L'abbraccio con Max Allegri

Nel tardo pomeriggio l'allenatore del Crotone ha proseguito verso Livorno. Nonostante gli ostacoli durante il percorso, con il furgone della scorsa tecnica che si è fermato e Nicola costretto a 'riprendere' la bici, il mister ha potuto raggiungere la città toscana. Prima l'abbraccio con Massimiliano Allegri, poi l'accoglienza calorosa di tutta la gente livornese.

Il tragitto

Il percorso del fioretto, frazionabile in funzione delle condizioni meteorologiche e di viabilità, segue la linea da Crotone a Taranto, per passare da Bari, Pescara e Ancona. Poi il trasferimento verso Livorno, Genova e Torino. Nicola sta toccando città a lui care, già conosciute nella sua carriera di calciatore ed allenatore. Il team capitanato da mister Nicola è composto da altri due ciclisti "gregari" che lo accompagnano in questo viaggio lungo e impegnativo.

L'iniziativa

Sulla base dell’iniziativa del Crotone, il viaggio di mister Nicola avrà un fondamentale risvolto soprattutto in termini di responsabilità sociale. L’iniziativa ha infatti ricevuto il patrocinio dell’Associazione italiana familiari vittime della Strada, della Federazione Italiana Amici della bicicletta. Due Onlus in prima linea, tra l’altro, anche nella promozione della mobilità sicura e sostenibile su strada. Fra le molte iniziative in essere, Aifvs è impegnata in un’opera di sensibilizzazione tesa all’ufficializzazione della la Giornata Onu del ricordo delle vittime della strada, una ricorrenza che rivestirebbe un altissimo valore sociale, non soltanto simbolico, per sostenere il ricordo delle vittime di incidenti e diffondere l’importanza della prevenzione e della sicurezza su strada, con lo slogan "Precedenza alla vita, sempre".

SERIE A - I GOL

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky