Caricamento in corso...
22 febbraio 2013

Mancini furioso a Manchester. E la colpa non è di Balotelli

print-icon
cit

Prossimo impegno per il City di Mancini domenica in casa contro il Chelsea (Foto Getty)

Il contratto che lo lega al club inglese scade nel 2017, ma negli ultimi mesi la stampa insiste nel trovare nomi nuovi, pronti a occupare la sua panchina. L'ultimo in ordine di tempo è Pellegrini, ma la lista è lunga. Anche troppo, secondo Mancini

Aria tesa al City. Il toto-allenatore continuo fa perdere la pazienza a Roberto Mancini, che di fronte alla richiesta di commento sull'ultimo candidato, Manuel Pellegrini, si alza e lascia la conferenza stampa con un "fuck hell". Una breve pausa per smaltire la tensione, e Mancini torna davanti ai microfoni: "Non posso rispondere alla stessa domanda ogni settimana. Mancano ancora due mesi alla fine, in due mesi possono succedere tante cose, ma io non posso rispondere. Per voi è normale porre queste domande, è il vostro lavoro, non preoccupatevi, ma io non posso rispondere ogni settimana su questo o quel manager. Ma soprattutto non capisco perchè il Manchester City dovrebbe cambiare allenatore, per quale ragione? Negli ultimi 18 mesi, dall'ultima vittoria dello United in Premier League, abbiamo vinto tre dei sette trofei in palio. Io non sono il direttore generale nè il presidente, ponete le vostre domande a loro. Per quanto mi riguarda ho ancora quattro anni di contratto, e qui sono felice", ha concluso.

Tutti i siti Sky