Caricamento in corso...
28 marzo 2016

Conte: "Rispetto la Germania, ma giocheremo senza paura"

print-icon

Il ct azzurro non teme i tedeschi alla vigilia dell'amichevole contro di loro: "Saranno arrabbiati dopo la sconfitta contro l'Inghilterra, ma preferisco così". Bonucci: "Devo tutto ad Antonio". Insigne e Bernardeschi titolari

"Giocheremo contro i migliori, con massimo rispetto, ma senza alcuna paura". Lo ha detto Antonio Conte, parlando dell'amichevole di martedì contro la Germania. "La loro sconfitta contro l'Inghilterra non ci favorisce, saranno determinati e arrabbiati - ha aggiunto il ct dell'Italia - ma è esattamente quello che volevo con questi due test". Spazio ai giovani azzurri nell'amichevole contro la Germania. Antonio Conte ha lasciato intendere che giocheranno Insigne e Bernardeschi. "È l'ultima occasione per vedere i giovani, poi tra un mese e mezzo farò le convocazioni. È a loro che mi riferisco quando dico che cerco conferme da chi ha poca esperienza internazionale". Conte ribadisce che lascerà la Nazionale a prescindere dai suoi risultati con l'Italia: "La mia scelta di lasciare la Nazionale è definitiva, non dipenderà dal risultato all'Europeo".

Siparietto con il Trap – In conferenza stampa era presenta anche Giovanni Trapattoni. L’ex ct azzurro ha fatto notare a Conte che gli allenatori della Nazionale vengono ricordati soprattutto in base ai risultati: "Mister, lei ha ragione - ha risposto Conte - noi allenatori siamo giudicati sulla base dei risultati e non è giusto: ma questo è il calcio. Guardate Lippi: ha vinto il Mondiale, poi quattro anni dopo è uscito al primo turno e nessuno si è ricordato del 2006. Quanto alla mia Italia, non so cosa faremo, ma qualunque risultato otterremmo so che avremo dato il massimo".

Devoto a Conte - "Da Conte ho ricevuto infinite conoscenze tattiche: se sono uno dei migliori difensori al mondo e in Europa è grazie a lui": Leonardo Bonucci rende merito al ct della Nazionale alla vigilia di Germania-Italia. "Se mi chiedesse di seguirlo dopo l'azzurro? Gli direi di andare a prendere un caffè - ha aggiunto il difensore della Juve - Ho un contratto in bianconero fino al 2020". Bonucci ha parlato anche delle difficoltà iniziali nel rapporto con Conte. "Quando arrivai in ritiro - ha detto - venivo dal matrimonio e dalla luna di miele, ero appesantito, giocavo poco e ci furono degli screzi. Poi tutto andò a posto".

Tridente azzurro - Prima della conferenza stampa la Nazionale ha sostenuto una sessione di allenamento incentrata su esercitazioni tecnico-tattiche e lavoro atletico, in vista dell'amichevole di Monaco di Baviera contro la Germania. Dopo una prima parte di seduta tra palestra e campo, Conte ha diviso la rosa a sua disposizione in due squadre. Molto indicativa una di queste che potrebbe essere quella che scenderà in campo all'Allianz Arena: stesso modulo di partenza visto giovedì scorso contro la Spagna, 3-4-3, con in difesa Darmian, Bonucci e Acerbi, esterni di centrocampo Florenzi e Giaccherini; Montolivo e Thiago Motta centrali sulla linea mediana e un tridente costituito da destra a sinistra da Bernardeschi, Zaza e Insigne.

Bonaventura influenzato - Il ct azzurro ha alternato a destra De Silvestri con Florenzi, in mezzo Jorginho e Parolo con Montolivo e Thiago Motta e in attacco, sul fronte sinistro, El Shaarawy con Insigne. Nel finale partitella a ranghi misti a campo ridotto. Torna a casa Giacomo Bonaventura per influenza.

 

Tutti i siti Sky