Caricamento in corso...
10 gennaio 2016

Mancini: ci è mancata lucidità. Ma Berardi andava espulso

print-icon
ber

Il duello tra Berardi (a destra) e D'Ambrosio

Amareggiato il tecnico nerazzurro dopo il ko in casa col Sassuolo che fa sfumare il titolo di campione d'inverno. Tirata d'orecchi ad arbitro e guardalinee: "Sei occhi e non hanno visto. Eppure Doveri con noi non ne sbaglia una...". Il presidente Thohir dall'Indonesia: mancano ancora 19 partite alla fine del campionato

"Il Sassuolo nel secondo tempo aveva concluso solo due volte verso la nostra porta. Abbiamo tentato alla fine in tutti i modi di vincere ma purtroppo abbiamo perso. Abbiamo giocato bene, è mancata solo un po' di lucidità sotto porta".


Così, ai microfoni di Sky, al termine di Inter-Sassuolo, l'allenatore dei nerazzurri, Roberto Mancini. "Sapevamo che la partita sarebbe stata difficile, perché il Sassuolo gioca sempre un bel calcio. Siamo stati molto bravi, abbiamo concluso diverse volte verso la loro porta e meritavamo di vincere", ha aggiunto Mancini. "Credo che Berardi andava espulso nel corso del primo tempo per una manata a D'Ambrosio. Il regolamento parla chiaro: strano che Doveri, con noi sempre preciso, non abbia sanzionato l'accaduto con un cartellino rosso", ha detto ancora il tecnico jesino.

"Di negativo oggi ho visto diversi centrocampisti ancora imballati; in più perdiamo spesso palloni roventi in uscita. Anche sull'occasione del rigore abbiamo sbagliato. Qualche limite lo abbiamo, è vero, ma paghiamo troppo a caro prezzo i nostri errori. Abbiamo 39 punti ma potevamo averne molti di più. Le ultime due sconfitte, contro la Lazio e quella di oggi, sono entrambe immeritate. Oggi abbiamo creato tanto e giocato bene: pazienza", ha concluso l'amareggiato Mancini.

"Ho visto in campo una buona squadra con tanta grinta. Ma purtroppo questo è il calcio: avevamo il 50 per cento di possibilità di vincere e le stesse probabilità di perdere". E' il commento amaro dall'Indonesia del presidente dell'Inter Eric Thohir dopo la sconfitta per 1-0 contro il Sassuolo. Thohir, poi, rincuora la squadra nerazzurra: "Il Sassuolo ha avuto più fortuna di noi ma ha giocato bene. Dobbiamo stare tranquilli, mancano ancora 19 partite alla fine del campionato. Non dimentichiamo che l'obiettivo è la Champions League". Infine una battuta sul mercato: "Chiude a fine gennaio, tutto può succedere. La cosa piu' importante che deve fare il management e' portare giocatori che siano ideali per noi".

Tutti i siti Sky