Caricamento in corso...
15 gennaio 2016

Napoli, Sarri: "Col Sassuolo da capolista, ma la Juve resta favorita"

print-icon
sar

"La squadra di Di Francesco è pericolosissima", questo l'approccio dell'allenatore del Napoli campione d'inverno. "L'entusiasmo è positivo per la squadra, fa giocare con fiducia. L'euforia invece è negativa, fa giocare con superficialità". La Juve? "Nonostante la partenza di non grandissimo livello è la squadra più forte"

"Con il Sassuolo andiamo in campo con una condizione mentale che abbiamo avuto una volta sola in questa stagione, sbagliando partita, vediamo se siamo cresciuti in questo". Sono le parole di Maurizio Sarri alla vigilia della seconda gara da capolista del suo Napoli, che alla prima occasione in questa stagione perse 3-2 a Bologna. "Domani - ha aggiunto - ci vuole entusiasmo per giocare con convinzione, mentre l'euforia fa giocare con superficialità. La squadra si è allenata in questi giorni con la stessa intensità. Poi il riscontro lo vedremo domani. Io ora ho la certezza della nostra forza ma non ho riscontri sulla continuità".

 

Juve favorita - "Le dichiarazioni di Bonucci? Non ci può importare di meno delle pressioni provenienti dall'esterno come nel  caso delle parole di Bonucci. Lui fa il suo lavoro io faccio il mio. Credo che la Juventus sia la favorita e non si stanno facendo giochi  strategici a dirlo. Vengono da quattro scudetti di seguito con un  budget quasi doppio a tutte le altre. Nonostante la partenza di non  grandissimo livello è la squadra più forte". L'allenatore del Napoli ribadisce che secondo lui la Juventus resta sempre la favorita principale per lo scudetto. 

 

Mercato - "Mi fa un dispiacere enorme ogni volta che leggo frasi legate a mie richieste. Io non ho pupilli né ho fatto richieste, Giuntoli può confermarlo tranquillamente. Io ho sei centrocampisti per tre posti e otto difensori per quattro posti, non ho problemi neanche numerici in questo momento”. 

 

“Maradona? Spero venga a prescindere da risultati – “Se vuole venire a Napoli sono contento,  incontrarlo per me sarebbe un'emozione unica". Ammette  l'allenatore del Napoli, commentando le frasi di Maradona che, dopo il titolo di campione d'inverno degli azzurri, aveva detto di voler venire a Napoli da tifoso in caso di scudetto. 

 

 

Tutti i siti Sky