Caricamento in corso...
11 febbraio 2016

Spalletti, fiducia a Dzeko. Sabatini via a giugno? "E' un'ipotesi"

print-icon

Contro il Carpi l'allenatore della Roma rilancia l'attaccante bosniaco, in campo dal 1', mentre restano fuori gli infortunati De Rossi e Totti. Sull'addio del ds giallorosso: "Si è messo in discussione anche lui, tutto dipende dai risultati"

Priorità al Carpi, la Champions League può aspettare: è questo l'imperativo di Spalletti alla vigilia del match della 25.a giornata di Serie A. "Se farò turn-over in vista del Real Madrid? Il pensiero va al Carpi, però qualche ragionamento involontario si fa", ammette l'allenatore della Roma, "La priorità però resta la gara in campionato, anche perchè se pensiamo a quella successiva vuole dire che abbiamo sbagliato tutto". Ipotesi di formazione: "Dzeko gioca, De Rossi invece è ancora fermo, ma spero di riaverlo a disposizione quando torneremo dalla trasferta. Problemi anche per Totti, non ci sarà".

 

"Sabatini via? E' un' ipotesi, senza risultati..." - Dalla prossima sfida di campionato al futuro societario: "Sabatini via a fine stagione? Visto che è stato scritto diverse volte, ero curioso anche io e sono andato a chiederglielo. Lui mi ha detto che è un'ipotesi perché giustamente ha un ruolo importante alla Roma e le responsabilità qui sono quelle di competere ad alti livelli. E visto che in questo momento la Roma va un po' così è giusto che si metta in discussione anche lui". "Siccome abbiamo davanti un pacchetto di partite, sterziamo e lui rimane al suo posto e si prosegue tutti insieme", sottolinea Spalletti. "Sono queste la partite che contano per vedere una cosa o un'altra" ammette l'allenatore giallorosso, "Lui, come tutti quelli che lavorano dentro la Roma, si prende le sue responsabilità. E la sua esternazione, parlando col presidente, è che se le cose continuano ad andare così è chiaro che non puo' essere poi salvato. Nessuno viene salvato: o si fanno i risultati o tutti abbiamo fallito".

LE CONDIZIONI DI TOTTI

Tutti i siti Sky