Caricamento in corso...
03 marzo 2016

Spalletti: "Fiorentina opera d'arte, noi un capolavoro"

print-icon

"La Fiorentina? E' un'opera d'arte: negli ultimi 3-4 anni sono stati bravi a fare un calcio moderno, spettacolare. Io però ho molta fiducia nei miei calciatori - spiega l'allenatore giallorosso alla vigilia di Roma-Fiorentina- che in queste partite hanno fatto un capolavoro nel ribaltare la situazione"

"Olimpico semivuoto? Non è per risultati -"I risultati non c'entrano". Nonostante le sei vittorie di fila, l'Olimpico dovrebbe ripresentarsi ancora semivuoto per Roma- Fiorentina. "Spero nel buon senso di coloro che gestiscono questo confronto, questo malinteso che si è venuto a creare. Posso aggiungere che l'abbraccio avuto a Empoli ci ha fatto sentire comodi ed è servito per reagire dopo il loro pareggio. Tutti quelli che erano lì con noi hanno contribuito alla vittoria". Tra la Curva Sud e Spalletti però resta il 'gelo' dopo le dichiarazioni dell'allenatore toscano, che ha recentemente chiesto ai tifosi di sostenere la squadra in questa parte finale della stagione. "Sei vittorie non ci fanno cambiare. Spalletti, lei pensi ad allenare!", l'ultimo striscione apparso davanti al Colosseo.

 

Formazione anti-Fiorentina - Spalletti non dà indicazioni sulla formazione, pur confermando che "Pjanic e Nainggolan sono a  disposizione. Solo Iago Falque ha un po' di febbre e andrà valutato, mentre De Rossi continua il suo recupero e non sarà convocato. Dzeko? Ci sono delle cose che ancora devo pensare e questa volta purtroppo mi devo prendere tutto il tempo, lui ha fatto bene quando è entrato nell'ultimo spezzone a Empoli, ma poi c'è anche la valutazione della squadra che ha fatto altrettanto bene".

La Fiorentina arriva alla sfida con due giorni di riposo in meno rispetto alla Roma, avendo giocato lunedì contro il Napoli, ma questo non è un fattore che Spalletti tiene in considerazione: "Dopo questa  partita si andrà a giocare contro il Real Madrid che ha giocato ieri e non andrò a dire ai miei che sono più stanchi degli avversari. Le partite vanno giocate quando devono essere giocate e  bisogna farsi trovare pronti. Io penso che loro lo sappiano bene questo discorso come lo sappiamo noi".

 

Pallotta contento e carico di entusiasmo - Spalletti, racconta il suo incontro con il presidente, nella capitale per una settima densa di incontri. "E' una persona di grande qualità, e quando si è tranquilli e liberi si è capaci di trasmettere meglio in campo il proprio carisma - ha detto il mister giallorosso - Ha entusiasmo e voglia di fare, se poi vuole anche migliorare, ha ragione: bisogna sempre guardare più in là ed avere il coraggio di osare

 

 

 

 

Tutti i siti Sky