Caricamento in corso...
08 marzo 2016

Caos Palermo, Zamparini respinge le dimissioni di Iachini

print-icon

Giornata pazzesca in casa rosanero. In mattinata la rottura presidente e allenatore, deciso a lasciare la squadra. Nel pomeriggio l'attacco del patron: "Ha una mentalità perdente, io in B non ci vado" prima della decisione di respingere le dimissioni. Congelato il ritorno di Ballardini

E' stato un martedì incredibile in casa Palermo. In mattinata il faccia a faccia tra il presidente Zamparini e l'allenatore Beppe Iachini, da lui ritenuto responsabile del ko contro l'Inter, che ha portato a una rottura, non nascosta tra le parti. Il mister non ha gradito infatti l'ennesimo exploit del patron rosanero, che prima dell'incontro aveva pronunciato la fatidica frase che precede gli esoneri: "Ho paura della B". Nasce subito l'idea di richiamare Ballardini. 



Zamparini a La Zanzara: "Iachini è impazzito" - "Iachini? Non so perché si è incaz..., motivi suoi. Ora se ne vuole andare, stiamo cercando di fermarlo insieme ai giocatori. Non vuole dialogare con la società, è impazzito, non è più Iachini. E' un anno così, Schelotto è andato al Boca, lui andrà via e mancano solo le me mie dimissioni e abbiamo finito". La presa di posizione nel tardo pomeriggio del presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, ai microfoni de La Zanzara su Radio 24.

"Iachini ha una mentalità perdente" - "Un proprietario non può parlare della sua squadra? Ma siamo impazziti? Perché difendete sempre gli allenatori? Perché devo avere una squadra e stare zitto? -si domanda il numero uno del club rosanero-. Iachini è un deficiente che fa giocare male la squadra, perde le partite e nelle ultime 13 ha fatto una media di 0,7 punti a partita e non accetta nemmeno che gli diciamo, cerca di mettere bene la squadra in campo. Iachini mette la squadra male in campo. Ha una mentalità perdente e non gliene frega un cazzo. E' in scadenza di contratto e avrà già un accordo con un'altra squadra".

"In B ci va il Frosinone. Adesso chiamo Ballardini" - Zamparini si è detto comunque sicuro di raggiungere la salvezza: "In B non ci vado, arriveremo sette punti sopra il Frosinone, che ha giocatori da serie B mentre noi abbiamo giocatori da serie A. Loro corrono, ma saremo compatti anche noi. Prendi Viviani in panchina? Per l'amor di Dio, che c'entra Viviani, adesso chiamo Ballardini".

 

Dimissioni respinte - In serata la decisione del presidente di respingere le dimissioni del suo allenatore che, pertanto, dovrà dirigere l'allenamento di mercoledì. I calciatori, tutti accanto al loro mister, hanno provato a contattare Iachini per convincerlo a restare. Per questo motivo, almeno fino al prossimo colpo di scena, il ritorno di Ballardini è congelato.

CAOS PALERMO

Tutti i siti Sky