Caricamento in corso...
19 marzo 2016

Nainggolan risponde a Perisic, la Roma resta a +5 sull'Inter

print-icon
nai

Nainggolan esulta dopo il gol del pareggio contro l'Inter (foto getty)

Nel secondo anticipo della 30esima giornata i nerazzurri passano in vantaggio con il croato al 53', ma i giallorossi pareggiano all'84' con il belga, servito involontariamente da una conclusione sbagliata di Dzeko

ROMA-INTER 1-1
53' Perisic (I), 84' Nainggolan (R)

Il tabellino e le pagelle

Nel secondo anticipo della 30esima giornata di Serie A la Roma pareggia in casa 1-1 contro l'Inter e mantiene i 5 punti di vantaggio sui nerazzurri. Un match ricco di occasioni, terminato con un punto che serve sicuramente più a Spalletti che a Mancini. Anche se l'unico allenatore a gioire davvero è Paulo Sousa: la sua Fiorentina ha l'occasione, battendo il Frosinone, di staccare l'Inter e di accorciare sulla Roma per la corsa al terzo posto. I nerazzurri mostrano grande personalità all'Olimpico, trovando il gol del vantaggio con Perisic al 53'. I giallorossi si svegliano dopo lo schiaffo subito e trovano la rete del definitivo 1-1 mostrando grinta e determinazione: non a caso è l'uomo di maggior carattere, Nainggolan, a segnare con un tiro in scivolata. Un punteggio giusto che testimonia l'equilibrio tra queste due squadre ben attrezzate per la corsa vero la Champions League.

Biabiany titolare - Spalletti schiera Florenzi in posizione di terzino destro per marcare Perisic, affida le chiavi del centrocampo a Keita e in attacco sceglie il tridente composto da Salah, Perotti ed El Shaarawy. Dzeko compone una panchina di lusso insieme a stelle come De Rossi, Totti, Maicon e Strootman. Mancini è costretto a rinunciare all’infortunato Icardi, sostituito da Eder in posizione di punta centrale. Alle spalle dell’attaccante nerazzurro agiscono Perisic, Ljajic e Biabiany.

 

Sfida a viso aperto - La Roma parte forte, con un palleggio stretto che porta spesso gli esterni a inserirsi tra le linee della difesa dell’Inter. Perotti detta il ritmo dell’attacco giallorosso e al 3’ trova il primo tiro del match sullo scarico di Salah: la conclusione dell’argentino termina alta. È il primo sussulto di una Roma che vuole subito imporre il proprio gioco. Ma lentamente l’Inter prende campo e, con un atteggiamento da grande squadra, guadagna metri e libera diverse volte Perisic sulla sinistra. Il croato sfida costantemente Florenzi ed è bravo a trovare i tempi giusti per il cross. Tuttavia i suoi passaggi non sono sempre perfetti e la Roma riesce a difendere con ordine. Al 31’ arriva la migliore occasione dell’Inter nel primo tempo: contropiede degli uomini di Mancini che porta Brozovic al tiro dal limite dell’area, il croato arriva troppo stanco sul pallone e calcia male da ottima posizione. Quattro minuti dopo grande opportunità per la Roma: rimpallo in area tra D’Ambrosio e Salah, il pallone finisce dalle parti di El Shaarawy che non ci pensa due volte e calcia al volo. Riflesso eccezionale di Handanovic, bravo ad abbassarsi velocemente e a parare d’istinto. Il primo tempo termina 0-0, con le due squadre che si affrontano a viso aperto, senza tuttavia trovare il gol.

 

Grinta Roma - La ripresa inizia con l’unica cosa che era mancata nel primo tempo: il gol. Il match, che ha vissuto di fiammate da una parte e dall’altra, si sblocca al 53’. La Roma perde palla e l’Inter riparte in velocità. Florenzi è fuori posizione, Brozovic vede Perisic libero e premia l’inserimento del connazionale. L’esterno croato entra in area e con un sinistro rasoterra supera Szczęsny. Spalletti corre ai ripari e inserisce Dzeko per Keita. Il baricentro della Roma si alza, i giallorossi iniziano a pressare con intensità e l’Inter si preoccupa soprattutto della fase difensiva. Da un cross pericoloso dalla destra nasce una buona occasione per la Roma: Dzeko salta più in alto di tutti, ma il suo colpo di testa viene respinto da Handanovic. In realtà dal replay ravvicinato si nota come il colpo di testa del bosniaco venga deviato con il pugno da Miranda. Il calcio di rigore è netto, ma Orsato non fischia, anche per via della difficoltà oggettiva nel notare il tocco del brasiliano. Un minuto dopo Dzeko ha un’occasione ancora più ghiotta, ma calcia alto di fronte ad Handanovic sbagliando un gol molto semplice. All'81' il portiere nerazzurro è autore di una grande parata: Salah si libera della marcatura in area, ma il tiro dell’egiziano viene respinto dall’estremo difensore sloveno. La Roma pressa come un martello, il muro nerazzurro inizia a mostrare le prime crepe e all’84 la squadra di Spalletti trova il gol del meritato pareggio. La rete nasce paradossalmente da un altro errore di Dzeko, che sbaglia l’ennesimo tiro. La conclusione si trasforma involontariamente in un assist per Nainggolan, che con la grande grinta che lo contraddistingue arriva prima di tutti in scivolata sul pallone e supera Handanovic. Il match termina 1-1, un risultato giusto con il quale la Roma mantiene i 5 punti di vantaggio sull'Inter.

Tutti i siti Sky