Caricamento in corso...
12 gennaio 2009

Mourinho: ''Balotelli fuori". Moratti: "Ma vuole rimanere"

print-icon
bal

Voglia di giocare. Mario Balotelli vuole essere ceduto in prestito per fare un po' d'esperienza per tornare all'Inter più forte di prima

Il patron dell'Inter lo difende. Il tecnico nerazzurro, invece, durissimo con TurboMario: non giocherà fino alla chiusura del mercato, allora dovrà cambiare atteggiamento'. In mattinata il fratello procuratore aveva proposto un trasferimento in prestito

INTERVIENI NEL FORUM DEL CALCIOMERCATO

Nel pomeriggio il presidente dell'Inter, Massimo Moratti, ha ricevuto negli uffici della Saras Mario Balotelli per discutere del futuro dell'attaccante che in questi giorni ha manifestato il desiderio di andare a giocare in  prestito in un'altra squadra. Era stato del resto lo stesso Moratti ad annunciare l'appuntamento, verso le 16, con il giocatore che è entrato e uscito negli uffici della Saras da un ingresso secondario dopo circa un'ora  di incontro. "Ho avuto un incontro molto sereno, prima con il fratello di Balotelli e poi da solo con  Mario. Lui è stato molto simpatico e l'ho visto con la voglia  di rimanere. Poi, è naturale che ci siano anche gli interessi, non economici, della famiglia, che vuole il bene del ragazzo - ha aggiunto Moratti - ma mi è sembrato che il giocatore capisse che il suo bene è rimanere qua. Mi sembra che la famiglia lavori per il bene del ragazzo, ma non c'è malafede da parte di nessuno. Bisogna solo cercare la soluzione migliore: per me è che resti qui e penso che lo sia anche per Mario".

Ma Balotelli non è stato convocato da Mourinho per la partita di domani dell'Inter contro il Genoa in Coppa Italia, e Mourinho conferma che il baby nerazzurro non giocherà fino al giorno di chiusura del mercato. "Niente è cambiato -ha spiegato il  tecnico portoghese- non il modo di lavorare di Balotelli, non il suo atteggiamento. Suo fratello ha reso semmai più chiaro che Mario vuole andare in prestito, aspetterò fino a quando chiuderà il mercato e allora capirà che deve rimanere. Forse allora cambierà atteggiamento e tornerà in squadra".

"Fare un'esperienza altrove di quattro mesi per tornare all'Inter più forte di prima". Ecco cosa vuole invece Mario Balotelli nelle parole del fratello agente, Corrado, contattato da tuttomercatoweb. "Non ci vedo assolutamente niente di male -ha spiegato- visto che non si parla di una cessione. Purtroppo c'è molta cattiva informazione attorno alla vicenda e ciò non fa altro che rendere il ragazzo ancora più confuso. Con l'Inter in realtà non ci sono problemi". Se cederlo in prestito a una squadra italiana oppure estera è "tra le cose che dovremo valutare col presidente".

"Balotelli è parte integrante della squadra, è un giocatore su cui puntiamo e in cui personalmente ho grande fiducia" aveva già detto in precedenza Moratti. Ad ogni modo, il numero uno di via Durini esclude che, se Balotelli dovesse partire, arriverebbero altri rinforzi in attacco. "Non penso proprio: da tutti, Adriano incluso, mi aspetto un segnale positivo".

Tutti i siti Sky