Caricamento in corso...
15 gennaio 2009

Inter: Aguero, Tevez o Benzema. Ma a giugno

print-icon
mor

Massimo Moratti, presidente dell'Inter

Mercato attaccanti in fermento in via Durini, anche se la situazione non si sbloccherà a gennaio. A fine stagione si valuterà il futuro di Acquafresca, Adriano e Crespo e si potranno prendere in considerazione altre ipotesi

SCRIVI NEL FORUM E PARTECIPA ANCHE TU ALLA TRASMISSIONE "SPECIALE CALCIOMERCATO"

Aguero, Tevez, Benzema. Giocatori che piacciono, confermano nelle ultime ore all'Inter. Giocatori che verranno seguiti con attenzione nei prossimi mesi, per capire se ci sarà la possibilità di mettere almeno uno di loro a disposizione di Mourinho. Molto difficilmente già a gennaio però.

"Vogliamo rimanere come siamo". La frase ripetuta alla stampa è la stessa ribadita alle società che si rivolgono all'Inter per chiedere anche solo giocatori in prestito. La frase, che si è sentito dire anche il Bologna quando in diverse occasioni ha chiesto informazioni per Balotelli e Rivas soprattutto, mai per Crespo, nonostante i rumors delle ultime ore. Il direttore sportivo Sartori assicura che il Bologna non si arrende e spera che l'Inter si decida a cedere Rivas. Molto difficile che ciò accada, rispondono da Milano, dove viene valutata semmai la cessione di Dacourt, che interessa al Bologna ma anche a due società inglesi. Tutto fermo, per il resto.

Si agirà semmai a giugno, quando Acquafresca rientrerà dal prestito al Cagliari, Crespo si libererà a parametro 0, quando sarà più chiaro il futuro di Tevez, in rottura con il Manchester United e di Adriano: redento e rivalutato, tanto da poter essere anche inserito in trattative, oppure ancora da recuperare? La risposta è rimandata. Dipende da lui. Mourinho intanto e tutta l'Inter stanno cercando di ripristinare un'immagine positiva. L'immagine di un giocatore che beneficia ancora della fiducia della sua società.

Più fiducia per la prossima stagione in Vieira se davvero dovesse lasciare la Nazionale. Ci sta pensando, come ha confermato all'Equipe. Finirebbero così le contese tra Francia e Inter, che prima con Mancini, poi con Mourinho hanno vissuto momenti di polemiche. Ora Vieira è di nuovo in Francia per curarsi dal risentimento muscolare al tendine d'Achille della gamba sinistra. A Lione, sempre per recuperare da un infortunio, sempre comparso in Nazionale, era andato anche a ottobre del 2007. Viaggi per guarire. Quelli per trasferirsi o portare uno tra Aguero, Tevez e Benzema all'Inter sono rimandati all'estate.

Tutti i siti Sky