Caricamento in corso...
03 febbraio 2009

Galliani promette: "Faremo di tutto per trattenere Beckham"

print-icon
gal

David Beckham e Adriano Galliani

L'ad del Milan: "Proveremo a far cambiare idea ai Galaxy, ma smentisco categoricamente di aver offerto 15 mln al club americano". E Ancelotti: "Con la sua qualità in squadra l'obiettivo scudetto diventa più facile"

COMMENTA NEI FORUM

Vincere lo scudetto e trattenere David Beckham "sono due cose altrettanto difficili". Ma se in campo la squadra proverà a raggiungere il primo traguardo, a livello diplomatico Adriano Galliani farà tutti gli sforzi necessari per ottenere il secondo obiettivo. A proposito di Beckham, "non so quante possibilità ci siano - spiega l'amministratore delegato del Milan lasciando la Lega calcio - Leggendo il contratto sono pari a zero, però i contratti possono anche cambiare. Con il sentimento si può essere ottimisti, con la ragione al momento no, se non cambiano idea i Galaxy. Noi comunque ci proveremo".

Secondo il 'Sun' in via Turati sono pronti 15 milioni di euro, ma per Galliani sono "assolutamente fantasie". Quali sforzi faremo? Stiamo parlando con i legali di Beckham per vedere cosa si può fare. Proveremo a chiedere in continuazione da qui all'8 marzo, se poi ci diranno sempre di no non sarà...". In compenso Victoria Beckham assicura che il marito è felice a Milano, talvolta le mogli contano? "Ho massimo rispetto per le mogli - sorride Galliani -, ma qui siamo di fronte a un contratto, e lui è un giocatore dei Galaxy. Speriamo che i Galaxy accettino di lasciarcelo fino al 30 giugno o di cederlo a titolo definitivo, ma se ci dicono di no i rapimenti non sono ammessi...".

"Con Beckham lo scudetto sarebbe più facile, perchè David ha dato un nuovo impulso sotto il profilo della qualità, sotto il profilo dell'entusiasmo, ha dato qualcosa in più a questa squadra". Carlo Ancelotti e il Milan sperano di trattenere David Beckham oltre il 9 marzo. Secondo gli accordi attuali, tra poco più di un mese l'inglese dovrà fare le valigie e tornare ai Los Angeles Galaxy. La sua volontà è quella di restare, non lo ha nascosto, però è un problema che riguarda lui e i Los Angeles, su questo noi, come societa', non possiamo entrare". Beckham, afferma il tecnico rossonero, ha portato "prima di tutto una grande professionalià.

Tutti i siti Sky