Caricamento in corso...
03 giugno 2009

Berlusconi: "Parlerò con Kakà. Pato resta assolutamente"

print-icon
ber

Berlusconi parla con Kakà. Lunedì il premier farà l'estremo tentativo per cercare di trattenere il brasiliano in rossonero

Il premier lascia aperto uno spiraglio per trattenere il fuoriclasse brasiliano: "Lunedì mi incontrerò col giocatore e decideremo insieme. Cercherò di capire la sua volontà come feci con Sheva, che però decise di andarsene. Su Pato non c'è da discutere"

COMMENTA NEL FORUM DEL MILAN

IL COMMENTO DI SKY.it SCRITTO A GENNAIO...

IL COMMENTO DI SKY.it SCRITTO DOPO IL "RIMANGO..."


Tutto rimandato a lunedì, quando Silvio Berlusconi incontrerà Kakà, per parlare del futuro dell'asso brasiliano. Però, nel corso della registrazione di Porta a Porta, il premier per spiegare a che punto è la trattativa col Real Madrid, ricorda la cessione di Shevchenko al Chelsea: "Noi eravamo attaccatissimi a Shevchenko, ma quando è arrivata un'offerta che non potevamo eguagliare, ho provato a parlargli, ma alla fine ha deciso" di andare via. Berlusconi ricorda che "sono i nostri ragazzi che devono scegliere dove giocare e come profittare di una carriera breve per mettere da parte un patrimonio per loro e i loro figli".

E ancora: "Non ho ancora parlato con Kakà. Ci parlerò lunedì e poi vedremo quali saranno le decisioni". Il Milan con chi sostituirà, eventualmente, Kakà? "E' troppo presto per pensare al dopo - precisa il premier-  ma teniamio presente che abbiamo un certo signore che si chiama Ronaldinho e che quest'anno ha giocato poco". Poi rivela: "Speravo anche in un ritorno di Gourcuff, ma resterà al Bordeaux". E infine parla di Pato: "Assolutamente no...". Il leader del Pdl si sofferma sul caso Pato, il fuoriclasse rossonero che indiscrezioni danno vicino al Chelsea. Il presidente del Consiglio assicura i suoi tifosi, escludendo una cessione dell'attaccante brasiliano al team inglese.
 

Tutti i siti Sky