Caricamento in corso...
05 giugno 2009

Zenga va al Palermo: "Fortunato e fiero di essere qui"

print-icon
zen

Calmi tutti, arrivo io sembra dire Walter Zenga, neo allenatore del Palermo

L'ex tecnico del Catania resta in Sicilia, ma sulla sponda rosanero. Zamparini: "Un grande uomo e un ottimo tecnico". L'Uomo Ragno: "Sono molto felice di allenare un club prestigioso, per la causa rosanero darò passione, coraggio e dedizione"

COMMENTA NEI FORUM DI PALERMO, CATANIA E ATALANTA

Zenga dal Catania al Palermo. Maurizio Zamparini di fatto ufficializza l'arrivo del tecnico in rosanero: "Sono felicissimo di averlo preso- ha dichiarato il presidente rosanero nelle parole riportate da corrieredellosport.it- Zenga è un grande uomo e un ottimo allenatore, mi ha colpito la sua determinazione". L'ex portiere dell'Inter e della nazionale azzurra, che al termine del campionato ha lasciato appunto la panchina del Catania, ha firmato un contratto triennale. Lo ha detto a Sky Sport 24 il presidente Zamparini.

"Sono molto felice perchè arrivo in un club prestigioso che quest'anno ha lottato per l'Europa non riuscendoci per pura sfortuna". Sono le prime parole di Walter Zenga da allenatore del Palermo. Il neo tecnico rosanero ha firmato con il club di Maurizio Zamparini un contratto biennale con opzione per il terzo. "Fino a pochi giorni fa non pensavo assolutamente ad allenare il Palermo, ma al primo contatto con il presidente Maurizio Zamparini ed al direttore sportivo Walter Sabatini, ho capito a pelle di essere un uomo fortunato che si è trovato al posto giusto nel momento giusto", aggiunge Zenga sul sito ufficiale del Palermo. "Ai miei nuovi tifosi dico che per la causa rosanero darò passione, coraggio e dedizione nel lavoro quotidiano. Con riferimento al risultato dell'ultimo derby (vinto dal Catania per 4-0, ndr), ho esultato perchè consapevole di aver battuto una grande squadra", conclude Zenga.

L'Atalanta, dal canto suo, ha annunciato il nome del nuovo allenatore: si tratta di Angelo Gregucci, che siederà sulla panchina nerazzurra dal primo luglio al posto di Gigi Del Neri. Il presidente della società, Alessandro Ruggeri, ha commentato: "Sono soddisfatto, ha le idee chiare, è giovane e ha gran voglia di emergere".

E a Catania furibondi - Come ampiamente prevedibile, la nomina di Walter Zenga sulla panchina del Palermo ha fatto infuriare i tifosi del Catania. Che nei vari forum hanno manifestato tutto il loro dissenso (eufemismo) per la scelta dell'ex tecnico rossoazzurro di approdare nella squadra da loro più avversata. "Complimenti mister Zenga ora a Palermo oltre la spazzatura hanno pure lei...", "Zenga sei una m... adesso sei come i palermitani", "Non è possibile, non lo doveva fare, ho ancora i brividi di delusione. Ma che è pazzo, ci ha solo tradito", "Zenga traditore e infame... Farai la fine di Colantuono e Caserta", "Sei un uomo senza dignità, Zenga ieri eri l'uomo ragno da oggi sei l'uomo fango", "Da oggi per me sei Water Zenga", "Zenga ti faccio l'augurio di rovinarti la carriera, ci vediamo al Massimino", "Zenga come Salman Rushdie, è meglio che a Catania non ci vieni più" "Prepariamogli una bella accoglienza". Quest'ultimo messaggio rende perfettamente l'idea del clima che si vivrà al prossimo Catania-Palermo, partita già carica di tensioni (basti ricordare quella del 2 febbario 2007, nel quale mori' l'ispettore di polizia, Filippo Raciti). A meno che Zenga non venga esonerato prima, dal mangia allenatori Zamparini. Di questo ne sono convinti alcuni tifosi del Catania: "Sapete quanto dura Zenga a Palermo? U tempu ca u cu..lo.. ietta npiritu"... La traduzione non è d'obbligo.

Il presidente del Catania - "Non mi scandalizza affatto, sono le leggi del mercato e a queste dobbiamo adeguarci". Lo ha affermato il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, commentando il passaggio del suo ex allenatore Walter Zenga al Palermo. "Credo che l'accordo sia maturato in questi giorni - ha aggiunto il massimo dirigente degli etnei - e noi non eravamo al corrente, ovviamente, della trattativa. L'accordo non ci  sorprende perché non é la prima volta che Catania e Palermo si scambiano gli allenatori, magari questo colpisce di più perché è stato più repentino. Zenga? per noi ha fatto bene e gli siamo grati, quando lo rivedrò lo saluterò cordialmente".

Tutti i siti Sky