Caricamento in corso...
07 giugno 2009

Fly Emirates corteggia il Milan: vuole il 40% del club

print-icon
mil

Il Milan a Dubai durante la sosta invernale. L'emiro Al Maktoum vorrebbe entrare in società, secondo Il Sole 24 Ore

Lo scrive oggi "Il Sole 24ore" parlando di "una sponsorizzazione milionaria che aprirebbe le porte a un matrimonio da mille e una notte". Gli arabi hanno messo sul piatto un'offerta di sponsorizzazione da 20 milioni di euro l'anno per quattro stagioni

COMMENTA NEL FORUM DEL MILAN

Fly Emirates sogna il Milan. Lo scrive oggi il Sole 24ore, parlando di "una sponsorizzazione milionaria che aprirebbe le porte a un matrimonio da mille e una notte". "Se l'accordo - in via di definizione secondo diverse fonti - venisse raggiunto già quest'anno il giro d'affari complessivo delle sponsorizzazioni legate alla Serie A potrebbe arrivare a sfiorare i 150 milioni di euro".

"Gli arabi - scrive il Sole - hanno messo sul piatto un'offerta da 20 milioni di euro netti all'anno per quattro stagioni, il doppio  di quello che paga oggi l'attuale sponsor Bwind, già tra i più generosi della serie A".  Secondo il quotidiano, lo sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, che controlla la compagnia aerea degli Emirati, sarebbe stato visto in almeno due occasioni a fine campionato a San Siro e avrebbe anche avanzato una proposta per rilevare il 40% della società offrendo a Fininvest 400 milioni di euro.

Fly Emirates è già attiva nel mondo del calcio, da anni infatti è lo sponsor principale dell'Arsenal, squadra di spicco della Premier League inglese, grazie a un accordo che ha portato anche a denominare il nuovo stadio dei 'Gunners' (dopo l'addio al vecchio Highbury) come 'Emirates Stadium'. L'impianto è stato ultimato nel 2006 ed è dotato di una capienza di 60.000 posti a sedere, per un costo che si è aggirato intorno ai 450 milioni di euro. L'accordo tra Arsenal e Fly Emirates venne stipulato nell'ottobre del 2004 con durata di quindici anni sulla base di circa 115 milioni di euro.

Investimenti per stagione e data di scadenza in A (fonte Sole 24 Ore):
Atalanta: Sit-In Sport, Daihatsu, 1.400.000 euro (scadenza 2010);
Cagliari: Tiscali, 1.200.000 (2009);
Catania: Energia Siciliana, Prov. di Catania, 1.550.000 (2009);
Fiorentina: Toyota, 4.250.000 (2010);
Genoa: Erobet.it, 1.000.000 (2009);
Inter: Pirelli, 9.000.000 (non definita);
Lazio: nessuno
Milan: Bwin, 10.000.000 (2010);
Napoli: Acqua Lete, 5.000.000 (2012);
Palermo: Betshop, 1.000.000 (2011);
Reggina: Gicos, Regione Calabria (2009);
Sampdoria: Erg, 2.700.000 (2009);
Roma: Wind, 6.000.000 (2009);
Siena: Monte dei Paschi, 7.000.000 (2010);
Torino: Renault Trucks, Reale Mutua, 3.300.000 (2011);
Udinese: Dacia, il Granchino, 1.600.000 (2009);
Bologna: Unipol, Cogei, 1.500.000 (2009);
Chievo: B.P. di Verona, Paluani, 2.150.000 (non definita);
Lecce: Salento d'amare, Lachifarma, 1.200.000 (2009).

Tutti i siti Sky