Caricamento in corso...
28 giugno 2009

Juve, D'Agostino è lontano. Fiorentina, ecco Drenthe

print-icon
dag

Pozzo, patron dell'Udinese, considera bassa la valutazione del centrocampista: "Sono perplesso, l'operazione è tramontata per ora". I viola vicini al giocatore del Real, mentre tra la Lazio e Ledesma è rottura

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIOMERCATO

QUI JUVENTUS
Il patron dell'Udinese, Giampaolo Pozzo, esprime un po' di amarezza sulla vicenda di mercato legata al suo pupillo Gaetano D'Agostino: "Resto perplesso per la valutazione cosi' bassa che i dirigenti della Juve hanno dato del giocatore- le sue parole come riportate da gazzetta.it- E stando così le cose l'operazione è tramontata. Ho l'impressione che la Juve non abbia metabolizzato il valore del nostro centrocampista. Se riusciranno a comprenderlo pagheranno il giusto prezzo. La chiave è nelle loro mani. La voglia del giocatore di andare alla Juve non va strumentalizzata. Se potessi lo accontenterei. Il suo recupero psicologico sarebbe assai difficile. Sono arrivate altre offerte: una dall'Inghilterra e una da una importante squadra italiana. Fino all'ultimo può succedere di tutto, anche che torni in auge la Juventus. Con la società torinese i rapporti sono buoni, ma è complesso recuperare questa situazione. Se la Juve volesse davvero arrivare a D'Agostino sarebbe disposta anche a compiere un sacrificio. Alla Juve dico- ha concluso Pozzo- che non è corretto approfittarsi dell'entusiasmo del giocatore. Il divario tra domanda e offerta è enorme".

QUI FIORENTINA
Ancora un paio di giorni e la Fiorentina potrebbe mettere a segno il suo primo colpo di mercato. Martedì il ds viola Pantaleo Corvino si incontrerà con i dirigenti del Real Madrid per chiudere la trattativa che dovrebbe portare il centrocampista olandese Drenthe in maglia viola in prestito con diritto di riscatto. Manca solo da definire la cifra del riscatto, che la Fiorentina non vorrebbe superiore ai 10 milioni di euro, mentre il Real ne chiede un paio in più.

L'impressione è che alla fine gli spagnoli accetteranno le condizioni della società viola che, in ogni caso, ha in serbo un altro colpo, quello relativo al centrocampista della Juventus Marco Marchionni. Comunque finira' la trattativa con il Real, ma in special modo se Drenthe non dovesse arrivare, Corvino subito dopo si siederà a un tavolo con i dirigenti bianconeri per definire i dettagli dell'affare Marchionni, che dovrebbe arrivare in viola in comproprietà per 2,8 milioni di euro.

Ha subito invece una frenata la pista relativa a Julio Ricardo Cruz, che rimane il candidato principale per il ruolo di vice Gilardino: Corvino ha comunque sottolineato che "per ora e' soltanto un'idea". In alternativa a Cruz piacciono il nazionale under 21 svedese Marcus Berg, che pero' costa 10 milioni di euro, e il bomber del Torino Rolando Bianchi, che al momento il presidente Cairo ha dichiarato incedibile. Per la difesa potrebbe essere la settimana decisiva per tentare l'assalto su Andreas Beck, laterale destro dell'Hoffenheim e della nazionale tedesca under 21. Anche per lui le maggiori difficoltà riguardano l'alto prezzo del cartellino, ma Corvino sta lavorando per trovare una soluzione che accontenti tutti.

QUI LAZIO
Un futuro lontano dalla Lazio. E' quello che attende Cristian Ledesma, centrocampista argentino in rotta col club biancoceleste, secondo quanto dichiarato dal suo agente Vincenzo D'Ippolito. "Lo do per certo: Cristian l'anno prossimo non resterà a Roma - le parole del procuratore -. Abbiamo parlato con la Juventus, pero' i bianconeri stanno ancora decidendo cosa fare con D'Agostino, dopodiche' se molleranno il centrocampista dell'Udinese penseranno a Ledesma". Non necessariamente, però, sarà Torino la nuova citta' del giocatore sudamericano. Per Ledesma si sarebbe infatti mosso anche il Milan.

"Non ci interessa essere considerati una seconda scelta - ha spiegato D'Ippolito al sito internet Lalaziosiamonoi.it - anche perché stiamo in contatto con un altro club di pari livello rispetto alla Juve che vorrebbe Cristian. Sto parlando del Milan. La questione e' chiara: a Milano se parte Pirlo la prima scelta e' Ledesma, quindi o Juve o Milan. Cristian se ne andra"'.

Tutti i siti Sky