Caricamento in corso...
01 luglio 2009

Real Madrid ingordo: acquistato Benzema dal Lione

print-icon
ben

Karim Benzema fa un gesto significativo: nel mirino la porta delle avversarie

Dopo Cristiano Ronaldo, Raul Albiol e Kakà, il club spagnolo annuncia anche il fuoriclasse dell'Olympique Lione per 35 milioni. Lo ha ufficializzato sul proprio sito la società francese. LA GALLERY

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIOMERCATO

Il Real Madrid ha messo a segno l'ennesimo colpo di mercato. Il giorno successivo alla presentazione di Kakà al Santiago Bernabeu, ecco che arriva l'ingaggio di Karim Benzema.
Il centravanti francese è stato acquistato dal Lione, che conferma la notizia sul proprio sito ufficiale.
Secondo alcuni media spagnoli, il quotidiano sportivo Marca e la radio Cadena Ser, la trattativa si sarebbe conclusa alle prime ore del mattino, dopo che il Real avrebbe aumentato la sua offerta da 32 a 35 milioni di euro.

Le penultime parole famose -
"Il prossimo acquisto? Oggi o domani". Il Real Madrid non si ferma, parola di Florentino Perez. Il presidente delle merengues non ha ancora completato la pirotecnica campagna acquisti. Il Real Madrid si è già assicurato Cristiano  Ronaldo, Kakà e Raul Albiol spendendo circa 180 milioni di euro solo  per il cartellino dei 3 giocatori. Il quarto volto nuovo sta per arrivare "ma non posso dire chi è. Fino a quando l'affare non è fatto, non si può annunciare", dice Perez all'emittente Cadena Ser dopo la serata dedicata alla presentazione di Kakà. Il nome più "caldo" è quello di Karim Benzema, 21enne attaccante francese del  Lione. In lizza, però, c'è anche Xabi Alonso, regista spagnolo del Liverpool.

Perez respinge le critiche di chi giudica eccessive le somme spese dal club. "Non si tratta di spese ma di investimenti. Il modello del Real Madrid è economico, sportivo e sociale. I valori del Real Madrid sono più vicini  all'umiltà che all'arroganza. E' vero, d'altra parte, che non ci sentiamo in imbarazzo se la Fifa ci dichiara miglior club del XX secolo", dice il numero 1 della società. In questa campagna acquisti, "concentriamo in un solo anno gli investimenti di 3  stagioni perche' dobbiamo cambiare il nostro modello. Dobbiamo  ingaggiare grandi giocatori per vincere". I grandi nomi, del resto,  fanno decollare gli affari. "Posso spiegarlo facendo riferimento alla mia precedente esperienza", dice Perez, appena tornato alla  presidenza dopo la parentesi 2000-2006.

"Con l'ingaggio di giocatori come Beckham e Zidane abbiamo aumentato le entrate: il valore della sponsorizzazione  sulla maglia è passato da 400 milioni di pesetas a 4 miliardi. Questi giocatori affascinano i tifosi di tutto il mondo e possiamo  rinegoziare i contratti", dice Perez. Nel 2000 il presidente dovette  ripianare i debiti della società. Ora la situazione è diversa. "Nel 2006 ho lasciato una situazione sana. Ora ci sono debiti ma siamo in grado di produrre introiti", aggiunge. A chi chiede un  Real dall'anima spagnola, risponde: "Abbiamo già comprato uno  spagnolo, Raul Albiol, e ne arriverà qualche altro".

Tutti i siti Sky