Caricamento in corso...
03 luglio 2009

Berlusconi jr attacca: non volevo Dinho, il mio sogno è Ibra

print-icon
pie

Galliani e Piersilvio Berlusconi discutono prima di una partita del Milan

Il figlio del patron del Milan contesta alcune scelte della società: "Non avevo condiviso nemmeno il ritorno di Sheva". Sul mercato attuale: "Mi piace Dzeko, ma non lo mandano". La prossima stagione? "Inter più forte, per noi è un'annata di transizione"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIOMERCATO

GUIDA TV: LO SPECIALE CALCIOMERATO DI SKY

"Non volevo Ronaldinho così come non avevo condiviso il ritorno di Shevchenko". A Piersilvio Berlusconi non è mai andata giù la mossa di mercato effettuata la scorsa stagione dal Milan con l'acquisto del brasiliano, e lo ribadisce in un'intervista alla "Gazzetta dello Sport". Il figlio del patron rossonero Silvio Berlusconi parla a 360 gradi di mercato spiegando che tra Dzeko, Luis Fabiano e Adebayor preferisce il bosniaco: "A me piace Dzeko, lui vorrebbe venire ma non lo mandano. Vorrà dire che lanceremo i giovani".

Il "sogno" di Berlusconi jr, però, è un altro e in questo momento veste la maglia dell'Inter: "Ibrahimovic -ammette- un sogno appunto". Su Kakà invece Piersilvio Berlusconi la pensa come la società: "Io parlo come sempre da tifoso -precisa- non so dire, in assoluto, se sia stato giusto venderlo. Ma se si realizzano investimenti sui giovani credo sia stato giusto. Chiaro, dispiace, ma questa è la nostra linea: è l'annata della svolta".

Questa invece la risposta alla domanda se il padre Silvio abbia in mente di cedere la società: "In più di vent'anni non ho mai visto in mio padre un minimo di cedimento alla passione per il Milan. Né io né mia sorella Marina abbiamo mai interferito negli affari della squadra. Io un giorno presidente del club? Per amore sarei tentato di fare il dirigente, mai dire mai, ma è bene fare una cosa per volta". Infine il giusto omaggio all'Inter campione d'Italia. "Ha ragione Mourinho: noi 'zeru tituli'. Sono forti, per noi sarà un'annata di transizione. Noi tra i primi tre? Può andar bene".

Tutti i siti Sky