Caricamento in corso...
06 luglio 2009

Berlusconi: sarà un grande Milan, siamo forti come l'Inter

print-icon
ber

Silvio Berlusconi brinda alla nuova stagione del Milan targata Leonardo, una sua decisione personale

Messaggio del premier ai tifosi rossoneri: "Abbiamo grandi campioni come Pato, Ronaldinho e Pirlo e molti giovani promettenti. Nessuno in Italia, dal punto di vista tecnico, ha una 'rosa' forte come la nostra. Vendere il club? Mai"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIOMERCATO

GUIDA TV: SPECIALE CALCIOMERCATO SU SKY SPORT

TUTTI I RITIRI DELLA SERIE A


"Abbiamo scelto di guardare avanti, puntando sul rinnovamento. Ma la nostra rosa rimane formidabile e quindi prevedo una buona stagione. I tifosi stiano  tranquilli: non sarà un Milan rinunciatario".

Silvio Berlusconi manda un messaggio ai tifosi rossoneri. Nel giorno in cui la squadra inizia il raduno agli ordini del neo tecnico Leonardo, il patron rossonero ha concesso un'intervista a La Gazzetta dello Sport. "Abbiamo grandi campioni come Pato, Ronaldinho e Pirlo e molti giovani promettenti.  Nessuno in Italia, dal punto di vista tecnico, ha una 'rosa' forte  come la nostra", assicura Berlusconi. "Proprio così. Nessuno, nemmeno l'Inter, in partenza ha un organico migliore".

Il Milan non si pone limiti: "Il Milan, come sempre, parte per vincere tutto, anche se poi ci sono annate più fortunate o meno  fortunate". Quanto al mercato, Berlusconi afferma: "Il problema non sono i nomi. Se sul mercato si apre qualche porta può arrivare  qualcuno, altrimenti stiamo bene così. Non bisogna comprare a tutti i costi". E ai tifosi dice: "I veri milanisti hanno buon senso e sanno che si devono fidare, perché abbiamo regalato stagioni favolose. Non posso pensare che qualche milanista diventi improvvisamente  interista".

Il Milan ha perso Maldini, Kakà e Ancelotti: "Mi mancherà tantissimo Maldini, perché ha giocato con noi fino a 41 anni, è stato una bandiera e rimarrà sempre nel mio cuore e in quello di tutti i tifosi milanisti. Purtroppo però dobbiamo guardare avanti".  Il futuro è con Leonardo: "E' l'uomo giusto per aprire un nuovo  ciclo", afferma il patron rossonero. E sulle spese folli del Real Madrid di Florentino Perez, Berlusconi si dice d'accordo con Platini:  "Il calcio dovrebbe rientrare nella normalità della vita". A chi gli consiglia di cedere il Milan, Berlusconi risponde: "Mi verrebbe voglia di dire 'portatemi uno più bravo di me con mille miliardi'. Ma questa è una battuta. La verità è che il Milan rimane un affare di cuore, non lo vendo per nessuna cifra e vedrete che continuerà a vincere".

Tutti i siti Sky