Caricamento in corso...
27 agosto 2009

Quei (tutt'altro che memorabili) olandesi dell'Inter

print-icon
den

Dennis Bergkamp, che arrivò all'Inter in coppia con il connazionale Wim Jonk (foto dal Daily Mail)

Non solo Sneijder: 7 in 100 anni sono scesi dall'Olanda verso la Milano nerazzurra. Il primo fu Faas Wilkes, poi vennero i vari Bergkamp, Jonk, Winter. Altra storia rispetto ai connazionali che fecero grande il Milan di Sacchi. GUARDA I GOL DELLA A

O per simpatia destinata a resistere nel tempo, o perché la memoria delle delusioni si fa presto sbiadita, la storia dell'Inter li ricorda tutti con un sorriso. Solo 7 in 100 anni sono scesi dall'Olanda verso la Milano nerazzurra e il primo, Faas Wilkes, giocava quando la televisione non permetteva ancora di distinguere l'azzurro sulle maglie, 30 anni prima che Wesley Sneijder nascesse.

Ne aveva 9, quando all'Inter arrivarono in coppia Dennis Bergkamp e Wim Jonk, mentre in coppia, l'estate del 1993, se ne andavano dal Milan Gullit e Rijkaard. Quasi una staffetta, con la speranza che i risultati portati dai campioni di quella terra allora fertile di talento, sarebbe stati almeno simili. La delusione è racchiusa negli 11 gol segnati da Bergkamp su 52 presenze in campionato. Eppure, nonostante quel  giocare in punta di piedi senza la grinta che gli veniva chiesta, sperduto e fragile in una squadra che non è mai stata davvero sua, i tifosi lo ricordano con affetto. Proprio come Winter, tra i più acclamati alla festa del centenario.

Non sono memorabili, ma riportano alla mente vittorie di Coppe. La Uefa del 94, quella del 1998. Successi europei che alimentano ottimismo all'Inter, ora che con Sneijder alla Champions si vuole credere di più. Arriva dopo 4 anni senza traccia d'Olanda.

Prodezze isolate: una doppietta contro la Juventus, un colpo volante contro l'Arsenal parlano ancora degli ultimi successori di Wilkes. Altro ha lasciato Seedorf, ma il suo passaggio al Milan lo ha fatto in parte dimenticare ai tifosi, che certo non hanno molti motivi per accendersi al pensiero di Van der Meyde o di Edgar Davids, mai determinante quanto lo era stato alla Juve. Sono solo 7, hanno coperto 14,5 anni di storia con sorrisi che ora con Sneijder vogliono diventare gioia.

GUARDA I GOL DELLA PRIMA GIORNATA DI SERIE A

COMMENTA NEL FORUM DELL'INTER

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIOMERCATO

Tutti i siti Sky