Caricamento in corso...
14 gennaio 2010

Mancini in prestito al Marsiglia, Lanzafame resta a Parma

print-icon
ama

Mancini saluta l'Inter. Che la Ligue1 fosse nel suo destino si era capito dopo lo storico gol segnato al Lione con la maglia della Roma

L'Inter e l'Olympique Marsiglia hanno raggiunto un accordo di principio per il prestito del brasiliano Amantino Mancini al club francese fino al termine della stagione. Salta invece la trattativa per Lanzafame tra Parma e Juve

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIOMERCATO

TUTTO IL CALCIOMERCATO SU SKY.it


Un altro Mancini lascia Milano - L'Inter e l'Olympique Marsiglia hanno raggiunto un accordo di principio per il prestito del brasiliano Amantino Mancini al club francese fino al termine della stagione. Lo ha reso noto il sito internet dell'OM, secondo cui manca ancora l'assenso del giocatore, che si è preso del tempo per decidere.

Il caso Lanzafame - E' definitivamente sfumata la trattativa per la cessione alla Juventus di Davide Lanzafame. Il giocatore resta a Parma, come hanno confermato l'amministratore delegato del Parma Pietro Leonardi e lo stesso attaccante gialloblù prima dell'allenamento di questo pomeriggio.

"Questa è una scelta che di continuità al nostro progetto - ha commentato Leonardi - non vogliamo passare per una società che dopo sei mesi cambia i progetti. Siamo molto contenti che il giocatore abbia recepito il nostro messaggio".

"La nostra volontà - ha aggiunto l'amministratore delegato del Parma - era risaputa ed il ragazzo è sempre stato convinto come noi. Noi non abbiamo dovuto convincere la Juventus, bastava fossimo convinti noi. Al massimo c'era solo da chiarirsi con il giocatore, ma non c'è stato bisogno di tanto tempo. Quando dico che il Parma è forte, vuol dire che è forte, non solo in campo ma sotto tutti gli aspetti". "Ho avuto la stima della società e alla fine sono contento che si sia conclusa questa telenovela - ha invece spiegato Davide Lanzafame - io ora devo rimboccarmi le maniche e continuare a fare quello che ho fatto sino ad oggi. C'è un girone di ritorno da giocare e dobbiamo conquistare al più presto la salvezza".

Il no definitivo alla trattativa era arrivato questa mattina allo stadio Tardini a Parma dopo l'ultimo incontro fra il direttore sportivo della Juventus Alessio Secco, i dirigenti del Parma Ghirardi, Leonardi e Preiti e lo stesso giocatore. L'accordo non si è nemmeno concretizzato sulla possibile cessione al Parma di metà del cartellino del portiere Antonio Mirante.

Tutti i siti Sky