Caricamento in corso...
25 agosto 2010

Ibra a cena con Galliani: "Guardiola non mi parla da 6 mesi"

print-icon
ibr

Come una Rolls Royce. Per Zlatan Ibrahimovic secondo Mino Raiola il paragone è d'obbligo (foto ap)

Il fuoriclasse svedese, intervistato da SkySport24, ha rivelato che il tecnico blaugrana non ha dialogo con lui. Alla domanda su Ronaldinho la risposta è secca: "Mi piacerebbe molto giocare con lui". E Galliani se lo porta a cena. GUARDA I VIDEO

Le novità della stagione 2010-2011, guarda l'album

Il tabellone del calciomercato


Gioca a Fantascudetto

Si è concluso il primo giorno di trattative tra Milan e Barcellona per la cessione in rossonero di Zlatan Ibrahimovic. Le parti torneranno a incontrarsi giovedì a mezzogiorno.

La rasoiata - "Non parlo con Guardiola da sei mesi". Così Zlatan Ibrahimovic, intervistato da Sky Sport 24 al termine di Barcellona-Milan del trofeo Gamper. "Io non ho sentito niente e non so chi mi vuole vendere - ha detto ancora lo svedese -. In sei mesi con il mister avrò parlato due volte. Non so qual è il problema, non ho risposte. Io ho firmato con il Barcellona, anch'io mi chiedo quale sia il problema con Guardiola, e non ho risposta: se parlo con i dirigenti mi dicono che non mi vogliono vendere, ma con l'allenatore non ci parliamo". E alla domanda "Ma ti piacerebbe giocare con Ronaldinho?" la risposta è: "Sì, mi piacerebbe molto giocare con lui".
La replica di Guardiola, stando al MundoDeportivo, è: "Se negli ultimi sei mesi non gli ho parlato ci dev'essere qualche motivo".

Il comunicato del Milan -
"Con il Barcellona torneremo a rivederci domani alle 12.00. La trattativa è molto difficile e molto costosa. Preciso che da parte del Milan non sono previste contropartite tecniche, stiamo lavorando per portare al Milan un grande campione in più. Non voglio illudere nessuno, ma nemmeno dire che non faremo sicuramente l'operazione. Vediamo, è molto difficile. Proviamo, io non mi muovo da Barcellona. I rapporti con il presidente Sandro Rosell sono ottimali".

Pranzo concluso -
E' terminato il primo round della trattativa tra Milan e Barcellona per Zlatan Ibrahimovic. Il pranzo tra l'ad rossonero Adriano Galliani e il presidente bluagrana Sandro Rosell si è concluso. Il dirigente del Milan ha confermato: "La trattativa è iniziata, spero di tornare a Milano con Zlatan". Galliani potrebbe trattenersi a Barcellona anche nella giornata di domani e continuare a trattare l'attaccante.

Parla l'agente -
Fino a pochi giorni fa Mino Raiola escludeva categoricamente l'addio di Ibrahimovic al Barcellona ma oggi, giorno in cui l'ad del Milan Adriano Galliani e il presidente dei catalani Sandro Rosell s'incontreranno per intavolare la trattativa, l'agente dello svedese appare più possibilista. "Galliani può venire al Barcellona ma questo non vuol dire che io e Zlatan abbiamo già detto sì al Milan - afferma l'agente al quotidiano svedese Aftonbladet -. Vogliamo vedere cosa succederà perché questo è un gioco che richiede pazienza". Raiola comunque esclude l'ipotesi che Ibrahimovic possa arrivare a Milano in prestito: "E' impossibile, sarebbe una scortesia. Un giocatore come Zlatan non va in prestito. Quando si lascia un club come il Barcellona - prosegue Raiola - lo si fa per sempre".

Fuoriclasse fuoriserie - "Non si può entrare in un negozio di Rolls Royce e poi scoprire improvvisamente che non si ha il denaro necessario – ha proseguito Raiola -. Quando ti consegnano l'auto devi essere pronto a pagare. Cosa consiglierei a Zlatan? Di restare al Barcellona, un club fantastico. Se vogliono che si sposti devono portare argomenti validi per convincerci ma finora non ne ho sentito". Raiola comunque ammette che quella del Milan "al momento è l'unica trattativa aperta" ma tuttavia i rossoneri "non sono l'unico club interessato" all'attaccante.

Il calendario della Serie A e della
Serie B

Tutti i siti Sky