Caricamento in corso...
27 agosto 2010

Ibra-Milan c'è l'accordo: prestito con riscatto, 30 milioni

print-icon
ibr

Una giornata di spasmodica attesa. Il procuratore del campione svedese del Barcellona denunciato dai blaugrana: comportamento "non professionale". L'affare si chiude sabato alle 15.30 al Nou Camp: appuntamento Galliani-Rosell-Raiola. I VIDEO

Le novità della stagione 2010-2011, guarda l'album

Il tabellone del calciomercato


Gioca a Fantascudetto

Commenta la trattativa nel forum del Milan


Colpo di scena extra trattativa Milan-Ibrahimovic alle 7 di venerdì sera. Con un comunicato sul suo sito il Barcellona denuncia: "Chiederemo a Raiola i danni per comportamento non professionale". Chiaro segno di rottura tra il club catalano e il procuratore del campione svedese. Un particolare che non dovrebbe in alcun modo inceppare il meccanismo ormai avviato del trasferimento di Ibra al Milan, ma che comunque rivela tutta la tensione sottostante all'affare più importante dell'estate.

Ore 23.45 - Mino Raiola finalmente a cena a Barcellona con Galliani e con Pochettino, l'allenatore dell'Espanyol, in conclusione di una giornata campale. Queste le clamorose novità: Ibra verrà sicuramente al Milan, accordo trovato tra lui e la società rossonera, così come tra Barcellona e Milan. Avrà un contratto quadriennale da 8-9 milioni netti l'anno. E, questa forse la principale e inaspettata notizia, il prezzo del suo cartellino è drasticamente calato. Passerà al Milan, intanto, con la formula del prestito con obbligo di riscatto, al costo di 30 milioni. Sinora il suo valore era stimato in 40 milioni. Dunque, uno sconto significativo quello dei blaugrana al Milan. Che, in un soprassalto di azzardo, spera addirittura ora di potere scendere fino a 25 milioni. Appuntamento per chiudere l'affare alle 16.30 di sabato, quando si incontreranno contratto e penna alla mano Galliani, Rosell (presidente del Barça) e il vituperatissimo procuratore Mino Raiola. La vera superstar dell'estate,

Ore 18,20 - Ancora Mino Raiola: "Noioso, per voi, capisco. Ma ora sappiamo quali sono tutte le posizioni in campo. Se Ibra arriverà a Milano sabato? Escluderei, anche se si chiudesse fra un minuto. Diciamo entro martedì. Quanto durerà il contratto? Diciamo più di due anni, ma meno di sei. Dobbiamo ancora continuare a discutere. Col Barcellona ormai c'è poco da trattare...". Molto abbottonato e diplomatico, Raiola mantiene ancora un po' di suspence. Manca l'ufficialità, certo, ma il fatto è che si lavora ormai solo sui particolari. Il contratto con il Milan sarà certamente un quadriennale.

Ore 18 circa - Alle 18, una folgorante battuta del solito Raiola dopo un'ora di riunione con Galliani: "Il bambino è quasi nato, siamo all'ottavo mese". Chi vuole intendere, intenda. C'è insomma un accordo di massima tra Ibrahimovic e il Milan. Entro domattina si chiude.

Ore 16,15 circa - Alle 16.25 ha parlato nuovamente Mino Raiola, confermando il buon esito per la buonuscita che il Barcellona garantirà a Zlatan Ibrahimovic. Stando alle dichiarazioni dell'agente, si tratterebbe di una super buonuscita e da questa dipenderà anche l'offerta del Milan per l'ingaggio. Raiola è stato quindi a colloquio con Galliani per definire l'accordo con i rossoneri.

Ore 15 -
Attorno alle 15, un ulteriore tassello si aggiunge al mosaico. Ibra infatti starebbe trattando la buonuscita da ottenere dai blaugrana. E dall'entità della cifra dipenderebbe l'ingaggio da chiedere al Milan. Ore di febbrile lavorìo, ma insomma, lo svedese sembra davvero a un passo dal vestire i colori rossoneri.

La giornata di Ibra - Zlatan Ibrahimovic si è allenato con il Barcellona stamattina. Il centravanti svedese, al centro della trattativa tra il club catalano e il Milan, ha partecipato alla seduta sul campo della Ciutat Esportiva Joan Gamper. Ibrahimovic ieri non aveva lavorato con i compagni e si era limitato ad alcuni esercizi in  palestra.

Ma c'è stato di più, oggi: l'avvocato che cura gli interessi dello svedese è entrato verso mezzogiorno nella sede del Barcellona con Mino Raiola. L'ultimatum delle 24 ore di riflessione chieste da Ibra scadeva teoricamente attorno alle 14. Ma l'affare ha richiesto l'intera giornata per la messa a punto di ogni dettaglio economico. All'uscita dal quartiere generale del Barcellona, dove ha affrontato "questioni generiche" riguardanti "i contratti dello svedese e di Maxwell" dopo un incontro durato un'ora circa, Raiola si lascia strappare qualche dettaglio in più: "La trattativa non è ancora entrata nel vivo. Se va via, Ibra va al Milan. Ma ancora non si sa se va via... Chiederlo a lui? E' alto 1,96, se mi dà una sberla non mi rialzo fino a martedì. Aspettiamo, lasciamolo tranquillo per ora... Non confermo né smentisco una telefonata tra il giocatore e l'allenatore del Milan, Allegri".






Tutti i siti Sky