Caricamento in corso...
02 settembre 2010

Cesena, Minotti: Abbiamo centrato quasi tutti gli obiettivi

print-icon
fic

Il tecnico del Cesena Massimo Ficcadenti

Il direttore tecnico dell'area bianconera commenta la conclusione di un calciomercato entusiasmante per numeri e qualità dei nuovi arrivi, non nascondendo entusiasmo e ambizioni. Intanto il fantasista Emanuele Giaccherini entra nell'orbita della Nazionale

Giaccherini tra i grandi: "Totti e Ibra? Li guardavo in tv"
Non solo Ibra: 209 nomi in uscita, 157 in entrata. Che folla

Concluso il calciomercato, il Cesena si sta preparando alla sfida casalinga contro il Milan stellare di Ibrahimovic, Ronaldinho, Robinho e Pato. Il ds della squadra romagnola, l'ex difensore Lorenzo Minotti, non sembra però spaventato dalla forza rossonera e confida nelle qualità della sua squadra: "Il Milan si è rafforzato molto, ma ora il Cesena è completo in tutti i reparti e il calore del Manuzzi ci sarà la spinta fondamentale. C'era la necessità di completare la rosa, con gli ultimi acquisti abbiamo portato a Cesena uomini con le caratteristiche tecniche che servivano alla squadra. Ora il Cesena può giocarsi tutte le carte in Serie A".

Il mercato estivo bianconero si è chiuso con l'arrivo di sei giocatori, tra cui il cileno Jimenez, ingaggiato in prestito dalla Ternana e del difensore franco tunisino Yohan Benalouane, già nel mirino della Juventus.

"Il Presidente Campedelli aveva promesso un giocatore di qualità. Nel caso di Jimenez c'era una situazione particolare ma siamo stati bravi e pazienti e siamo riusciti a portarlo a Cesena. Benaluane era in trattativa con la Juve, le vicissitudini della prima giornata di campionato ci hanno permesso di portare a Cesena un giocatore di grande prospettiva".

Ed a proposito di giocatori di grande prospettiva, non è sfuggita allo staff azzurro la prova estremamente positiva dell'attaccante bianconero Emanuele Giaccherini nella pareggio a reti bianche della prima giornata all'Olimpico contro la Roma. L'attaccante è ora sotto osservazione da Prandelli in previsione dei prossimi incontri della Nazionale. Si conferma così il valore del giocatore, per il quale l'Atalanta era disposta, nell'ultimo giorno di mercato, a versare per il suo cartellino 4 milioni e 200 mila euro. Offerta respinta dal Presidente Campedelli.

Eppure, nonostante la mancanza di un uomo gol in avanti, visto il ruolo di Bogdani, spesso al servizio della squadra, e l'indisponibilità del nuovo arrivo Budan, reduce da un intervento al ginocchio che lo terrà fuori dal campo per altri tre mesi, Minotti è sicuro delle possibilità del Cesena: "Ci siamo dimostrati preparati dal punto di vista atletico, ma viste tutte le novità di mercato si può dire che il campionato inizia domenica prossima".

Commenta nel forum del Cesena

Tutti i siti Sky