Caricamento in corso...
15 ottobre 2010

Kakà-Milan: Galliani non chiude ma è difficile. Messi? Ma va

print-icon
kak

Kakà conteso tra Inter e Milan, nonostante le smentite

L'amministratore delegato del Milan, in sedia a rotelle dopo essersi fratturato il piede a New York, ha parlato all'incontro con gli sponsor rossoneri: "Ne riparliamo dopo Real-Milan. Messi? Non illudiamo la gente. Il Barça voleva lo scambio Ibra-Pato"

Commenta nel forum di calciomercato

Sfoglia tutto l'album del Milan

Galliani non chiude la porta a Kakà, anzi. L'amministratore delegato del Milan (che ha un piede ingessato e rischia di non essere allo stadio a vedere i rossoneri) è intervenuto all'incontro con gli sponsor della società di Via Turati. E ha fatto capire che il viaggio a Madrid per l'incontro di Champions potrebbe portare in dote quantomeno un primo contatto per riportare Kakà a San Siro. "Kakà al Milan? È difficile. Da un anno è al Real. Non è bello parlare di lui a pochi giorni dalla sfida con la squadra di Mourinho".

Galliani ha poi sottolineato il problema della fiscalità che in Spagna è più favorevole per i club rispetto che in Italia: "Kakà - ha spiegato il dirigente rossonero - ha un ingaggio particolare dovuto alla fiscalità di quel Paese. In Spagna, Barcellona e Real se vendono i diritti a 150 milioni di euro, poi se li tengono, mentre il Milan si ritrova con un fatturato inferiore" L'argomento Kakà dunque resta in stand-by, anche se Galliani ha concluso sorridendo: "Ne riparliamo tra qualche giorno". Un segnale?

E Messi? "Non illudiamo la gente. Il giocatore era venuto a Milano - ha detto Galliani - per impegni che aveva preso precedentemente. La clausola rescissoria per acquistarlo varia dai 150 ai 250 milioni di euro". Il Milan, però, anche se non prenderà il giocatore argentino, comunque non interromperà gli investimenti che hanno già portato in rossonero Ibrahimovic e Robinho: "Il loro arrivo - ha detto Galliani - ci porterà a un aumento degli introiti provenienti dagli sponsor e dei tifosi. Siamo in linea col fair play finanziario e il Milan ha ora maggiore appeal".

Poi una rivelazione. Nell'ambito dell'arrivo di Ibrahimovic, il Barcellona aveva cercato di inserire Pato nella trattativa: "I dirigenti blaugrana volevano lo scambio Ibra-Pato, ma Pato per noi è incedibile". Galliani, infine, ha detto che "Berlusconi vuole tenere il Milan ad alti livelli, ci saranno grandi campioni. Intanto cerchiamo di far bene questa stagione".

Leggi anche
Derby per Kakà. Stankovic: magari; Seedorf: ipotesi irreale
Florentino blocca Kakà, niente ritorno sotto al Duomo

Tutti i siti Sky