Caricamento in corso...
15 dicembre 2010

Adriano-Corinthians: il richiamo c'è, manca l'accordo

print-icon
adr

Il Timao smentisce le voci relative ad un'intesa già raggiunta con l'Imperatore, "chiamato" da Ronaldo che avrebbe espresso il desiderio di giocare con lui. Il presidente Sanchez: "Mi interessa ma non sto trattando"

Guarda l'album della Roma

Il Corinthians, dal proprio sito ufficiale, "chiarisce che non esiste un accordo con Adriano" per il 2011. "Come tutti i grandi giocatori, Adriano interessa al Corinthians. Ma è prematuro dire che esista un accordo affinché giochi con noi il prossimo anno", si legge in una nota diffusa dal Timao. "Non c'è una trattativa con Adriano e non c'è un accordo", dice Andres Sanchez, presidente del Corinthians. "Ma nessuno mi crede. Il problema siete voi - dice rivolgendosi ai giornalisti: voi dite che è tutto fatto, quindi se poi il giocatore non arriva sono io a fare la figura dello stupido. Per questo, ripeto: non sto trattando".

Sanchez, però, deve fare i conti con le dichiarazioni di Roberto de Andrade: il dirigente del Corinthians ha fatto riferimento ad un'intesa verbale con Adriano. "Chiedete a Roberto - glissa il presidente -. Se lui ha un accordo, io non ne sono al corrente. E' impossibile annunciare l'ingaggio di Adriano quest'anno. Non posso dire se giocherà qui a febbraio". A chiamare Adriano al Corinthians è stato per primo Ronaldo, che vorrebbe far coppia con l"imperatore" in attacco. "Se Ronaldo stacca l'assegno - dice il presidente - io firmo il contratto. Altrimenti, non c'è nulla".

Commenta nel forum della Roma

Tutti i siti Sky