Caricamento in corso...
17 dicembre 2010

Galliani: 5 milioni di motivi per il no di Cassano al Milan

print-icon
gal

L'amministratore delegato rossonero chiarisce che non sarà certo il Milan a pagare il Real

L'ad del Milan fa il punto sullo sbarco (o no?) di FantAntonio in rossonero: "Non c'è nesso con Ronaldinho. Cassano arriva, se arriverà, ma non diamolo per scontato. Chi li sborsa tutti quei soldi al Real? Il Milan non è disponibile a farlo...". IL VIDEO

E su facebook è febbre Cassano

L'album con tutte le foto su Antonio Cassano

Le foto dei tifosi sotto casa Cassano


La trattativa con la Sampdoria "è ben avviata" ma "non è assolutamente conclusa" perché bisogna ancora capire chi pagherà i 5 milioni al Real Madrid, da cui i blucerchiati hanno rilevato Antonio Cassano. "Il problema è quello", spiega Adriano Galliani intervistato da Sky. L'amministratore delegato rossonero chiarisce che non sarà certo il Milan a pagare.

"Chi li sborsa? Il Milan non è disponibile a farlo - ha detto Galliani -, la Sampdoria al momento sembra non disponibile, quindi c'è ancora un bel problemino da risolvere. Diciamo che due cose su tre sono praticamente fatte: l'accordo con il giocatore e l'accordo con la Sampdoria, ma abbiamo 5 milioni di motivi per temere su questa cosa".

Galliani ha poi smentito un'eventuale partenza di Ronaldinho in caso di arrivo di Cassano: "Cassano, anche se ovviamente ha caratteristiche tecniche molto differenti, sostituisce Pippo Inzaghi. Noi siamo partiti con cinque attaccanti, siamo rimasti con quattro perché abbiamo perso Pippo Inzaghi, ecco perché abbiamo pensato che saremmo dovuti ritornare ad essere cinque".

"Non c'è nesso con Ronaldinho. Cassano arriva, se arriverà, ma non diamolo per scontato - ha aggiunto Galliani -. Tutti hanno dato per fatta la cosa, ma io non dico bugie, dico la verita': io non so chi sborsera' questi 5 milioni, quindi e' molto difficile. Se il Real Madrid non scendera' dalle sue pretese, se non troveremo un accordo con la Sampdoria, con il giocatore, eccetera, certamente non sara' il Milan a farlo".

"Non so la storia vera com'e' andata quindi preferisco non giudicare. Cinque milioni di euro di multa mi sembra comunque un'enormità: non ho mai letto di una multa così". Questo è invece il parere di Eugenio Fascetti, ex tecnico di Cassano al Bari, che a Calciomercato.it ha esternato il suo stupore per la severa decisione del Collegio arbitrale. Poi sull'imminente passaggio al Milan: "Sono contento, è una grande squadra e penso che farà bene. La Sampdoria senza lui ha perso e perde un giocatore di classe che fa la differenza e che può decidere le partite". Fascetti ha allenato il Bari dal 1996 al 2001 lanciando Cassano in Serie A nel '99.

Tutti i siti Sky