Caricamento in corso...
23 dicembre 2010

Galliani: "Leo all'Inter? Non so come reagirei"

print-icon
adr

L'ad del Milan parla di Leonardo prossimo allenatore dell'Inter

L'ad del Milan, a proposito dell'ipotesi dell'arrivo di Leonardo sulla panchina dell'Inter: "Non so quale potrebbe essere la mia reazione, certamente lui ha una storia molto importante con il Milan. Nel 2011 vorrei finalmente vincere qualcosa"

Tutto Cassano e le cassanate in 6 minuti.

Adiós Benitez. Moratti: inevitabile. L'Inter a Leonardo

"Non so quale potrebbe essere la mia reazione , certamente lui ha una storia molto importante con il Milan...". Così ha parlato l'ad rossonero Adriano Galliani a proposito dell'ipotesi dell'arrivo sulla panchina nerazzurra di Leonardo. Da lunedì in vacanza in brasile, prima di partire Galliani ha concesso un'intervista a Sky in cui fra l'altro ha parlato proprio del tecnico brasiliano.

"Ricordo perfettamente quando andai ad acquistare Leonardo nel 1997 a Parigi, ha fatto una carriera da calciatore lunga 13 anni nel Milan, ha fatto un percorso particolare - ha osservato - Prima il calciatore, poi il dirigente e poi l'allenatore. Lo scorso anno le cose non sono andate male perchè senza i tanti infortuni, avremmo potuto fare anche meglio del terzo posto. C'è stata qualche incomprensione tra lui e il Presidente Berlusconi e di questo mi sono dispiaciuto".

Vincere finalmente qualcosa dopo tre anni di astinenza. Questo, quindi, è l'augurio per il 2011 di Adriano Galliani al Milan che, ha osservato, "non gioca bene come ai tempi del grande Sacchi ma è molto determinato, molto forte e ha molta voglia. Mi auguro che nel 2011, dopo tre anni, si vinca qualcosa - ha spiegato Galliani in un'intervista a Sky -. Siamo in lizza in tre competizioni, cerchiamo di vincere qualcuna di queste coppe e magari anche più di una, chissà. Lo auguro di cuore ai nostri tifosi".

Fin qui i risultati sono arrivati, anche grazie a Zlatan Ibrahimovic. "Ibra sta andando forse al di sopra delle più rosee aspettative però - ha aggiunto l'ad rossonero - è sempre stato un grande guerriero: mi faceva paura quando lo vedevo giocare nelle altre squadre. Quando giocavamo i derby con lui dall'altra parte mi mettevano paura la sua forza, il suo carattere e la sua determinazione".

Galliani ha anche elogiato il lavoro in panchina di Massimiliano Allegri e, a proposito di allenatori, ha notato che "Mourinho è un grandissimo ed è molto difficile, per il fatto che ha già allenato l'Inter, che possa allenare il Milan. Poi auguro ad Allegri di rimanere per tanti anni su questa panchina".

Tutti i siti Sky