Caricamento in corso...
27 dicembre 2010

Sirene brasiliane: anche Adriano sulla via di casa

print-icon
ron

Adriano e Ronaldinho: la nostalgia di casa spinge i due brasiliani verso il ritorno a casa

Non solo Ronaldinho, destinazione Gremio. L'attaccante della Roma è tentato dal ritorno in patria ed è diventato l'obiettivo numero uno del Corinthians. E se Juan smentisce, Roberto Carlos rivela: "So qualcosa, ma non voglio illudere i tifosi"

IL TABELLONE CON TUTTE LE TRATTATIVE

Adriano è sempre al centro del mercato. La Roma deve cedere qualcuno, per ridurre il numero di giocatori in rosa e per abbassare il monte ingaggi. Il primo della lista è Julio Baptista, che sembra vicinissimo al Malaga per circa tre milioni di euro.
Ma le voci dal Brasile continuano a mettere in dubbio il futuro dell'Imperatore in giallorosso, pure rilanciato dall'interessato di recente.

Oggi la Roma è tornata ad allenarsi a Trigoria dopo una settimana di vacanza, ma per i sudamericani l'appuntamento è per il 29. E quindi anche per Adriano, che dal Brasile ha promesso di tornare puntuale. Ieri Juan ha tessuto le lodi del suo compagno in occasione della partita delle stelle organizzata da Zico. "Punto su Adriano per il 2011 - ha detto il difensore -. Si sta comportando bene, come sempre da quando è a Roma. Quando sta bene può fare la differenza, nell'ultimo mese ha trovato la forma fisica ideale e spero che a gennaio possa aiutare la squadra ancora di piu"'.
Nella stessa occasione Juan ha anche annunciato che a fine contratto con la Roma chiuderà la carriera nel Flamengo.

Invece Adriano sarebbe vicino al ritorno al Corinthians. Così almeno ha lasciato intendere Roberto Carlos, suscitando altri dubbi sul futuro dell'attaccante. "So qualcosa di lui - ha detto l'ex esterno del Real Madrid, che gioca nella squadra di San Paolo -, che però non dico per non dare false speranze ai tifosi del Corinthians, ma è ancora tutto possibile". Insomma se Rosella Sensi ha chiuso le porte ad una possibile cessione di Adriano, dal Brasile fanno capire che le cose non stanno proprio così.

Intanto tra due giorni l'Imperatore dovrà presentarsi a Ranieri, che oggi ha accolto gli 'europei' (e che per il 2 gennaio ha voluto un'amichevole al Flaminio). Perrotta sta bene ed è tornato nel gruppo, Vucinic invece lavora ancora a parte. Non ci sarà invece nessuna operazione alla mandibola per Borriello, che oggi si è allenato con i compagni senza maschera.

Tutti i siti Sky