Caricamento in corso...
08 gennaio 2011

Dinho-Amorim, mancano i dettagli: al 99,99% è Flamengo

print-icon
ron

Ronaldinho e Adriano Galliani alla conferenza stampa tenuta a Rio nel giorno dell'Epifania

La presidentessa del club "rubronegro" di Rio de Janeiro comunica che la trattativa con il Milan è giunta ad un accordo. Adriano Galliani conferma, manca soltanto il visto di Roberto De Assis

IL TABELLONE CON TUTTE LE TRATTATIVE

Il Flamengo ha messo la freccia. Se ieri Ronaldinho sembrava a un passo dal Gremio, ecco il colpo di coda del club carioca col presidente Patricia Amorim che ha incontrato a tarda sera Roberto de Assis, fratello e procuratore del fuoriclasse brasiliano. Un faccia a faccia durato quasi due ore e al termine del quale la Amorim è uscita abbastanza sorridente.

"La trattativa è avanzata molto ma chi può liberare il giocatore è il Milan" aveva affermato ieri, prima di incontrare Galliani. L'incontro con l'ad rossonero è avvenuto e al termine di questo le due parti hanno fatto intendere che l'accordo è stato trovato.
Per quanto riguarda le cifre del contratto, il fuoriclasse brasiliano dovrebbe legarsi ai rubronegro per i prossimi 42 mesi, con un ingaggio da circa 820 mila euro al mese: 460 mila verrebbero garantiti direttamente dal club, il resto finirebbe nelle tasche del giocatore grazie a diritti d'immagine e pubblicità.

"Mancano due o tre giorni per mettere a punto tutti i dettagli, ma l'intesa c'è - ha detto alla televisione brasiliana Patricia Amorim. Non è un negoziato facile, tranquillo, ma l'importante è che ce l'abbiamo fatta. Adesso dobbiamo parlare con il giocatore". La dirigente non ha voluto parlare della multa di rescissione, o fornire dettagli su quanto riceverà il Milan. E' atteso adesso l'arrivo a Rio dei legali di Ronaldinho, che si trovavano a Porto Alegre per trattare con il Gremio. Amorim si è subito recata ad incontrare Assis. Secondo quanto rivelato dal Flamengo, la festa di presentazione del 'Gaucho' potrebbe svolgersi sulla spiaggia di Copacabana o nel Maracanazinho, il piccolo stadio a fianco del Maracanà, che è inagibile per i lavori di ristrutturazione in vista dei Mondiali del 2014.

Patricia Amorim sembrerebbe dunque sul punto di realizzare il suo grande sogno, visto che è da quando ha assunto la presidenza del Flamengo che lavora al clamoroso ingaggio di Ronaldinho. Non a caso già a metà dell'anno passato la società si è mossa per cercare gli sponsor necessari a finanziare l'operazione.

Commenta nel forum del calciomercato

Tutti i siti Sky