Caricamento in corso...
27 gennaio 2011

Piazon, il sosia di Kakà che piace un sacco alla Juve

print-icon
pia

Inquietante la somiglianza di Lucas Piazon con Kakà

Giovanissimo, soltanto 16 anni, ma le sue doti sono il gioco in verticale e il puntare dritto verso la porta avversaria, senza tanti fronzoli brasilianeggianti. Ha appena esordito in prima squadra al San Paolo e fa molta gola ai bianconeri. LE FOTO

Calciomercato, tutte le trattative

Commenta nel Forum del Calciomercato

Sotto la maglia del San Paolo spesso si celano dei campioni. Lo sanno, benissimo, a Milano. Se lo augurano e ci sperano tanto a Torino, sponda Juventus. Dove dopo l'ironia, subito zittita, sul soprannome dell'originale puntano su chi, come Lucas Piazon, in molti vedono già l'erede di Kakà. Per l'innegabile somiglianza? Sì. Perché proviene dalle giovanili e ha esordito in prima squadra col San Paolo? Anche. Come per i valori di cui si fa portatore, nella vita e sulla maglia. Soprattutto però perché le sue doti sono il gioco in verticale e il puntare dritto verso la porta avversaria, senza tanti fronzoli brasilianeggianti.

La caratteristica che ha fatto vedere tante volte nel suo Paese, e fin dalla prima partita in maglia rossonera, proprio Kakà. E che poi l'ha portato ai vertici assoluti del calcio mondiale. Usando come teatro, dei sogni poi realizzati, stadi che Piazon ha già calcato, nonostante abbia appena 16 anni, ma deve ancora riempire. Avrà tempo, anche perché fino a 18 anni sarà costretto a stare a guardare il suo nuovo amico Del Piero e compagni.

Nel frattempo uscirà con gli amici, giocherà alla playstation e si guarderà tutti i film di Sandra Bullock, i suoi hobby preferiti. Puntando sempre dritto verso la porta avversaria, e aspettando di togliersi quella maglia, quella del San Paolo, dalla quale a volte spuntano dei campioni.

Tutti i siti Sky