Caricamento in corso...
17 maggio 2011

Juve-Aguero, due ore e mezza di colloquio fra club e agente

print-icon
ser

"El Kun" Aguero: il suo agente oggi ha incontrato i dirigenti della Juventus (Getty)

José Segui, procuratore del Kun e di Sissoko, ha incontrato Marotta, Paratici e Andrea Agnelli. Marchisio rinnova, Corvino "allontana" Montolivo dalla Fiorentina. Il Milan sogna Hamsik, l'agente: "Stufo di parlarne". E la Samp prepara i saldi. IL VIDEO

Milan, Mexes ha firmato per 4 anni - Panchina Juve, la scelta è Conte - Tevez e Aguero non sono sogni impossibili per i bianconeri

FOTO: Conte, bandiera bianconera

Il mercato, di fatto, è già cominciato e, a confermare la sensazione, è il viavai di agenti dalle varie sedi delle società. La suggestione della giornata senza dubbio, è legata alla presenza di José Segui nella sede della Juventus. Ora: Segui è il procuratore di Momo Sissoko, ormai in procinto di lasciare il bianconero, ed è proprio della situazione del maliano che si è parlato in Corso Ferraris. Segui però, in qualità di responsabile della sezione calcio dell'agenzia Img, è anche l'agente di Sergio Aguero, ed ecco che nel meeting di Torino si è discusso anche del Kun. Già, perché oltre agli operativi di mercato bianconeri Beppe Marotta e Fabio Paratici, al colloquio ha preso parte anche il presidente Andrea Agnelli. Difficile che Agnelli si sia mosso solo per fare due chiacchiere su Sissoko e, nell'ambito di quelle due ore e mezza di colloquio, verosimilmente il nome di Aguero è stato protagonista. La Juventus, è noto, cerca almeno un top player ed è disposta anche a mettere nella trattativa parecchio denaro. Il Kun però va convinto, anche considerando la possibilità - in realtà una certezza di cui manca solo la matematica - di una Juve esclusa dall'Europa per la prossima stagione, dunque una vetrina in meno per un fuoriclasse come Aguero. Il piano di rilancio però c'è. Difficile, ma la Juve - che intanto ha rinnovato il contratto di Marchisio sino al 2016 - ci prova.

Intanto, il club bianconero attende notizie anche sul fronte Riccardo Montolivo. L'atteso e decisivo incontro tra la Fiorentina e il centrocampista si terrà la prossima settimana: ad annunciarlo è stato il direttore sportivo del club viola Pantaleo Corvino. "Abbiamo fissato di rivederci alla fine del campionato - ha affermato il dirigente - Noi vogliamo che resti anche se credo ci siano ormai poche possibilità. Lui sta riflettendo, siamo in attesa. Abbiamo fatto tutti gli sforzi possibili per convincerlo a restare e Riccardo lo sa, sono due anni che abbiamo iniziato a parlare con il suo entourage del nuovo contratto, era tutto già fatto poi c'è stata la loro frenata". Significa che Montolivo, il cui contratto con la Fiorentina scade nel 2012, non rinnoverà. La Fiorentina discuterà dunque della sua cessione. 10-12 milioni il prezzo, considerando la scadenza ravvicinata: la Juve ci pensa, l'Inter anche.

Il Milan Campione d'Italia, che ha già annunciato Mexes e Taiwo, secondo radiomercato sarebbe fortemente interessato a Marek Hamsik. In sè, considerando anche il valore del giocatore, sarebbe ovvio, ma il suo procuratore Juraj Venglos, non ha voglia di commentare l'indiscrezione. "Ho sentito Marek, è molto felice per il traguardo raggiunto. Era un obiettivo molto importante e lui è contento di poter disputare la Champions la prossima stagione. Milan? Sono stanco di commentare tutte queste voci che escono sul futuro del giocatore, quasi quotidianamente. Non rilascio nessun commento sul futuro". Laconico, com'è nel gioco delle parti. Il Napoli, del resto, proprio perché ha raggiunto la Champions non può provarsi di uno come Hamsik. E Kakà, accostato recentemente ai rossoneri e al Chelsea, non sembra un nome spendibile. Lo stesso brasiliano ha confermato di voler restare a Madrid: "Non è vero che penso all'Inghilterra o all'Italia. Voglio vincere con il Real e nella mia testa. Penso solo al Real e al Brasile". Sempre di più, è Pastore il nome giusto per i rossoneri.

Del resto, il Napoli sta già pensando a rafforzarsi. Un puntello è in arrivo dall'Olanda, dal Groningen: Tim Matavz, attaccante classe '89 del club di Eredivisie e della Nazionale, piace molto agli azzurri che si sono già mossi per portarlo a casa. Nelf rattempo, un'intervista di Jeremy Menez a France Football ha aperto la corsa al fantasista, che molto difficilmente resterà a Roma. Il Milan monitora l'evoluzione della vicenda. E attenzione ai saldi Samp:  probabilmente non resteranno Gastaldello, Zauri, Mannini, Maccarone, Tissone e Guberti. Chi è interessato, si faccia sotto.

Aguero-Juve, solo un sogno? Dì la tua nei forum del calciomercato

Tutti i siti Sky