Caricamento in corso...
26 maggio 2011

L'imperativo di Marotta: "La Juve deve tornare a vincere"

print-icon
mar

Il direttore generale della Juve Marotta e il presidente Agnelli hanno grandi progetti in mente per la Juve

Il direttore generale bianconero, dopo gli acquisti di Pirlo e Ziegler, prosegue i sondaggi sul mercato. "Aguero e Tevez? Il profilo del giocatore che cerchiamo è simile a questi nomi". Su Conte: "Dovrà ridare credibilità a tutto l'ambiente"

Panchina Juve, la scelta è Conte - Juve-Aguero, due ore e mezza di colloquio fra club e agente - La Juve presenta Pirlo, il regista della ricostruzione

FOTO:
Conte, bandiera bianconera - Colpi a costo zero: ecco il meglio della Serie A

Pirlo, Ziegler e chi altro? La Juventus ha già mosso le acque del mercato degli svincolati, ma non è finita qui. Beppe Marotta, dg bianconero, ha tracciato l'obiettivo della squadra per il prossimo anno: "La Juventus - ha spiegato a Sky Sport 24 - deve tornare a vincere e questo è il nostro imperativo. Stiamo cercando dei giocatori importanti, indipendentemente dal ruolo. Il settore offensivo è sempre quello che generalmente crea maggiori emozioni nella gente e dà un apporto di qualità alla squadra stessa. Però riteniamo anche che con l'arrivo di Pirlo sia aumentato il livello di personalità".

TOP PLAYER. I nomi Aguero, Tevez e Benzema non vengono confermati ma "il profilo del giocatore che cerchiamo è simile a questi nomi". Quella di quest'anno "è stata un'esperienza importante - ha proseguito Marotta - al di là del risultato finale che è sicuramente deludente. Bisogna cercare di colmare quelli che sono a nostro giudizio i vuoti che si sono verificati e di conseguenza si tratta di realizzare un organico che sia qualitativamente migliore di quello passato".

CONTE. "Lui conosce benissimo l'ambiente della Juventus - ha detto Marotta - ha vinto tantissimo da giocatore, e quindi deve ricalcare quel solco nuovamente e lasciare qualcosa di importante, perché come condottiero di una squadra deve assolutamente ridare quella credibilità e soprattutto quei risultati che mancano da parecchio alla società".

INLER. "E' un giocatore sulla bocca di tutti, non solo nostra. Quindi significa che è un buon giocatore. Però non mi sbilancio, se non nel registrare che tanti giocatori hanno dato la propria disponibilità a vestire la maglia della Juventus. L'arrivo di Dzeko? Rasenta il fantacalcio, però bisogna vivere un pochino anche di sogni".

Guarda anche:
Aguero vuole lasciare l'Atletico Madrid: Juve in pole
La Juve saluta Neville e vince contro il Manchester United


Cosa serve alla Juve oltre a Pirlo e Ziegler? Dì la tua nel Forum del Calciomercato

Tutti i siti Sky