Caricamento in corso...
03 giugno 2011

Et voilà, i migliori colpi della Ligue 1 a costo zero

print-icon
mah

Mahamadou Diarra: il centrocampista, nell'ultima stagione al Monaco, è uno dei pezzi pregiati del mercato francese (Getty)

A caccia dei nuovi Zidane e Thuram, i club europei puntano l’attenzione sul campionato francese, da sempre fucina di talenti. Da Mahamadou Diarra, ex Real Madrid, all’argentino del Lione Cesar Delgado, i giocatori svincolati in Francia. LA GALLERY

I migliori colpi a costo zero della Ligue 1: le foto

di Claudio Barbieri

Il campionato francese è sempre stato considerato, se non di Serie B, almeno di Serie A2. Troppo difficile per il torneo d’oltralpe misurarsi con le tre sorelle maggiori (Liga, Premier e Serie A). Complicato tenere il passo della Bundesliga, specie con alcuni colossi continentali, Bayern Monaco su tutti naturalmente. La Ligue 1 però è da sempre un serbatoio inesauribile di buoni giocatori, che a volte si trasformano in fuoriclasse. In tempi recenti è impossibile non ricordare la generazione campione del mondo nel 1998, con i vari Zidane, Thuram, Trezeguet, ecc. che hanno fatto la fortuna di diversi club italiani. La speranza di ripetere uno di quei colpi è viva nei dirigenti della Serie A, che dando un occhio anche al portafoglio si possono indirizzare su alcuni nomi che hanno il prezioso vantaggio di costare zero euro a partire dal prossimo 30 giugno.

Mahamadou Diarra: arrivato al Real Madrid nel 2006 per 26 milioni di euro, il centrocampista maliano ha sbancato la capitale iberica solo nella prima stagione, vincendo la Liga sotto la guida di Fabio Capello. Giocatore dal carattere non facilissimo, ha lasciato le merengues a gennaio per sbarcare a Montecarlo. Dopo un paio di mesi di idillio, il giocattolo si è rotto e Diarra è finito in panchina anche nel Principato, dove non è riuscito a impedire la storica retrocessione del Monaco. E’ uno dei nomi più ricercati di questo mercato: la Juventus vorrebbe posizionarlo al fianco di Pirlo come frangiflutti davanti alla difesa, ma sul 30enne nazionale del Mali hanno posato gli occhi anche altre ‘big’ d’Europa.

Sylvain Marveaux: guardando le statistiche del campionato appena terminato, non sembrerebbe un giocatore così appetibile: 10 presenze con un gol e due assist. Ma il tornante sinistro del Rennes, 25 anni, è uno dei possibili colpi del mercato 2011, nonostante il grave infortunio muscolare che gli ha di fatto pregiudicato la stagione. Marveaux infatti è il tipico attaccante esterno che può giocare sia come quarto di centrocampo nel 4-4-2 che come punta esterna in un 4-3-3. Due anni fa scatenò l’interesse di Chelsea, Manchester United e West Ham dopo una stagione da 12 reti e 5 assist. Il Liverpool lo ha già bloccato, ma un tentativo per questa ala sinistra varrebbe la pena di farlo.

Cesar Delgado: il talento di Rosario si è un po’ appannato. Dopo essere sbarcato in Europa nel 2008 e aver centrato la doppietta con il Lione, vincitore di campionato e Coppa di Francia, il trequartista argentino ha perso il posto da titolare e nell’ultima stagione ha collezionato la miseria di 18 presenze, di cui solo 8 da titolare. Centrocampista offensivo dalla fantasia sudamericana ma dal temperamento tipicamente argentino, Delgado interessa a mezza Europa: Olympiacos, Atletico Madrid e Malaga sono in prima fila. In Italia è stato avvicinato al Catania: in questo modo andrebbe a rinfoltire la già nutrita presenza di argentini sotto l’Etna.

Morgan Amalfitano: è stata una delle piacevoli sorprese della stagione. Con il Lorient questo centrocampista centrale nativo di Nizza e di chiare origini italiane, ha chiuso al settimo posto in classifica, mettendo insieme cifre che ingolosirebbero chiunque: 37 presenze, cinque reti e 15 assist. Il ragazzo ha piedi buoni e ottima visione di gioco, anche se manca completamente di esperienza in campo internazionale. La farà, visto che lo hanno cercato Arsenal, Siviglia e Marsiglia. In Italia invece era finito sul taccuino di Genoa, Sampdoria e Fiorentina, ma Amalfitano ha fatto sapere che in Serie A indosserà una sola maglia: quella della Juventus.

Landry N’Guemo: centrocampista dalla grande corsa e dal fisico roccioso, il camerunense ha deciso di lasciare il Nancy, dopo aver giocato in prestito un anno anche in Scozia con il Celtic. Il mediano africano, 23 presenze con la sua Nazionale, vuole giocarsi le sue carte in un grande campionato europeo: Liga, Premier o Serie A. Per adesso le offerte sul tavolo sono quelle di Betis Siviglia, Panathinaikos, Wigan e Colonia. Non certo il top del calcio continentale. In Italia un incontrista come N’Guemo farebbe comodo a più squadre, specialmente se per acquistarlo non bisogna sborsare nemmeno un euro.

Gli altri: in Italia sarebbe dovuto approdare due anni fa, alla corte della Sampdoria. Si tratta di Rudy Mater, solido difensore che dal 2002 indossa la maglia del Valenciennes, di cui è anche capitano. 31 anni, fisico integro, grinta da vendere, potrebbe essere un buon rincalzo per molte squadre della Serie A. Restando in difesa, da segnalare anche la disponibilità di Mauro Cetto, argentino ma con passaporto italiano, una vita passata oltralpe tra Nantes e Tolosa e un passato da campione del mondo con la sua Nazionale Under-20 con gente del calibro di Saviola, Burdisso e Maxi Rodriguez.
Spostandosi nel reparto offensivo, un’occasione da cogliere è quella che riguarda Pierre Alain Frau. Il 31enne ha deciso di non rinnovare con il Lilla campione di Francia e vincitore della Coppa nazionale, con cui ha messo a segno 29 gol in 119 partite. In favore di PAF, come viene soprannominato in patria, anche la sua esperienza in grandi club come Lione e Psg. Per chi vuole un usato sicuro e affidabile.

Guarda anche:
Tutto il meglio della Serie A senza contratto
A costo zero: le migliori occasioni della Bundesliga

Tutti i siti Sky