Caricamento in corso...
01 giugno 2011

Panchina Roma, favorito Luis Enrique. Ma occhio a Deschamps

print-icon
lui

Il giovane tecnico del Barcellona B è il favorito per la panchina della Roma

Il giovane tecnico del Barcellona B ha salutato la società "il ciclo era giunto al termine". Il club giallorosso sembra puntare su di lui, ma non è da scartare la pista del tecnico dell'Olympique Marsiglia, su cui si sta muovendo anche il Chelsea

La Roma a DiBenedetto: le tappe della trattativa

La stagione del Chievo in numeri

FOTO: Passione giallorossa, l'album della Roma


La Roma è pronta a puntare tutto sull'asturiano Luis Enrique. Il giovane tecnico del Barcellona ' B' ieri sera ha salutato società e squadra con una cena cui hanno preso parte anche il presidente del Barca, Sandro Rosell, il suo vice Josep Maria Bartomeu, e il direttore sportivo Zubizarreta. La dirigenza blaugrana si è congratulata con ' Lucho' e con  tutto lo staff per l'eccellente stagione che sta per concludersi in Segunda Division - la formazione è terza e chiuderà il campionato sabato pomeriggio a Madrid contro il Rayo Vallecano - e lo ha lasciato libero di proseguire altrove la propria carriera da tecnico.

Luis Enrique ha infatti già da tempo annunciato l'addio alla filiale del Barcellona e lo ha ribadito anche attraverso la televisione ufficiale del club con cui sostanzialmente si è congedato dalla piazza catalana. "Sono stati tre anni fantastici - ha confessato a BarcaTv - ma ho deciso che il ciclo era giunto al termine. E l' ho detto prima che mi arrivassero delle offerte per evitare speculazioni". Offerte che poi sono puntualmente giunte sul tavolo dell' allenatore asturiano: dalla Spagna (Atletico Madrid in primis), dall' Inghilterra e, soprattutto, dall'Italia.

La Roma della nuova proprietà americana avrebbe infatti deciso di ripartire proprio da Luis Enrique. Franco Baldini e Walter Sabatini, rispettivamente futuri direttore generale e sportivo del club giallorosso, sono pronti a scommettere che con ' Lucho' in panchina si possa avviare finalmente un progetto serio e ambizioso.

Un allenatore con una filosofia di pensiero chiara, e in parte simile a quella dell'altro candidato alla panchina della 'Magica', ovvero Didier Deschamps. "Lo incontrerò presto e sarebbe una scelta molto buona - ha ammesso Sabatini  (a Milano ma secondo rumors in partenza per Barcellona) al quotidiano francese 'L' Equipe', rivelando poi di aver avuto già diversi contatti col tecnico dell'Olympique Marsiglia -. Ci siamo parlati spesso al telefono, ma devo capire quale sia la sua disponibilità rispetto alla Roma". In realtà, il futuro ds sa bene che per arrivare a Deschamps basterebbe pagare la clausola rescissoria da 3 milioni di euro entro il prossimo 15 giugno liberandolo così dal restante anno di contratto col club francese. L' impressione però è quella che Sabatini voglia scommettere su Luis Enrique, lasciando Deschamps libero di attendere magari la chiamata del Chelsea di Abramovich.


Guarda anche:
Roma, fine di un ciclo? Montella: "Valuteremo a freddo..."

Ufficiale, Mexes al Milan: ha firmato per 4 anni

Chi sulla panchina della Roma? Dì la tua nel Forum

Tutti i siti Sky