Caricamento in corso...
05 giugno 2011

Pirlo chiama Giuseppe Rossi alla Juve: "Sarebbe bello"

print-icon
giu

Compagni in azzurro, magari anche in bianconero. Andrea Pirlo ha aperto le porte della Juve a Giuseppe Rossi (Getty)

Il neocentrompista bianconero, dal ritiro della Nazionale, apre all'attaccante del Villarreal: "E' un grande giocatore, farebbe la fortuna di qualsiasi club. Per tornare grandi abbiamo bisogno di campioni. Scandalo scommesse? Siamo ancora tutti scossi"

La Juve presenta Pirlo, il regista della ricostruzione - Un altro svincolato in bianconero: ecco Ziegler

FOTO:
Conte, bandiera bianconera - Gli svincolati della Premier League inglese - Gli svincolati della Liga spagnola - Gli svincolati della Bundesliga tedesca - Gli svincolati della Ligue 1 francese

"Adesso mi attende una sfida affascinante, per tornare grande la Juve ha bisogno di comprare dei campioni e di tornare a disputare stagioni da protagonista. Ma sono certo che già dal prossimo anno faremo un grande campionato". Andrea Pirlo, dal ritiro della Nazionale a Coverciano, parla della sua futura avventura bianconera. "Quella di andare alla Juventus è stata una scelta mia e della società, ma forse più mia, perchè quando ho incontrato i dirigenti del Milan ho detto loro che avrei preferito cambiare - racconta - Ho pensato a quello a cui sarei andato incontro ma non ho sentimenti di rivincita verso il Milan, lì ho trascorso dieci anni dove ho vinto tutto quello che c'era da vincere".

Alla Juve anche secondo Pirlo servono campioni e magari uno di questi potrebbe essere Giuseppe Rossi. "Sarebbe bello, è un grande giocatore, farebbe la fortuna di qualsiasi club", commenta il centrocampista azzurro, che invece sulla sua ex squadra e su due giocatori dati in partenza, Ibrahimovic e Cassano, dice: "Ibra ci ha dato una grande mano a vincere questo campionato, può fare ancora di più e lo dimostrerà il prossimo anno anche in Champions League. Antonio ha appena cambiato squadra, la scelta l'ha fatta, lo attendono altre stagioni ad alti livelli, nel Milan ci sono 4-5 attaccanti e ognuno di loro troverà spazio".

Capitolo Last Bet - "Lo scandalo scommesse rappresenta una pagina bruttissima per tutto il calcio italiano, siamo ancora tutti scossi". Lo ha detto Andrea Pirlo, commentando l'ennesimo scandalo che sta travolgendo il nostro mondo del pallone. "Aspettiamo gli sviluppi, certo che è una cosa molto brutta per noi, per tutto l'ambiente, per i tifosi, in particolar modo per i bambini che iniziano a giocare a calcio - ha sottolineato Pirlo - chi è coinvolto è più stupido o delinquente? Io dico che chi gioca a calcio è già un privilegiato e quindi non si ha bisogno di fare certe cose per guadagnare di più. Sta all'intelligenza delle persone comportarsi in un certo modo". Nei giorni scorsi Prandelli, parlando del calcioscommesse, ha evidenziato l'eccessivo numero di società calcistiche in Italia, di qui la necessità di riformare i campionati, di cui si parla da tempo: "In Italia ci sono sempre stati tanti club, penso alla B, alla serie C - ha commentato Pirlo - vero che ci sono tanti calciatori, ma come ho detto sta all'intelligenza di ciascuno di noi comportarsi in un certo modo e decidere cosa fare".

Guarda anche:
Aguero gela Conte: "Addio Atletico, ma resto nella Liga"
Il Milan in Belgio per Witsel. Juve, Vucinic torna in pole

Come sarà la Juve che verrà? Discutine nel Forum bianconero

Tutti i siti Sky