Caricamento in corso...
19 giugno 2011

Juve, si lavora al doppio colpo Aguero-Vucinic

print-icon
agu

Sfumato Sanchez, sempre più vicino al Barça, la dirigenza bianconera si concentra sul Kun Aguero e Vucinic

Marotta e Paratici, con buona pace di Maradona che avrebbe blindato il genero a Madrid, puntano il Kun. Con le attenzioni del Real rivolte a Neymar, infatti, l'argentino dell'Atletico sarebbe più abbordabile. Ma oltre a lui c'è il montenegrino della Roma

FOTO: Gli svincolati della Premier League inglese - Gli svincolati della Liga spagnola - Gli svincolati della Bundesliga tedesca - Gli svincolati della Ligue 1 francese

VAI ALLO SPECIALE CALCIOMERCATO

Aguero più Vucinic. Ecco la coppia dei sogno che la Juve vorrebbe regalare ad Antonio Conte e ai tifosi. La scelta sembra ormai fatta, ora bisogna riuscire a concretizzarla. Decisiva sarà l'abilità dell'amministratore delegato Beppe Marotta e del suo braccio destro, Fabio Paratici, nel far sì che tutte le tessere del puzzle si compongano nella maniera corretta. E l'impresa non si presenta comunque tra le più facili. Detto che l'obiettivo principale e più gradito al nuovo allenatore bianconero resta Sanchez, bisogna registrare che il talento cileno - per il quale la Juve ha offerto all'Udinese 30 milioni più De Ceglie - è sempre più a un passo dal Barcellona. C'è però del positivo. L'arrivo quasi certo di Neymar al Real Madrid ha fatto sì che le merengues allentassero la presa su Aguero. Di conseguenza, l'Atletico Madrid si è detto disposto a negoziare fino ai primi di luglio il prezzo del Kun, mossa questa che autorizza i dirigenti juventini a sperare in uno sconto rispetto alla clausola rescissoria fissata a 45 milioni.

Sul fronte Vucinic invece sembra che il montenegrino preferisca il trasferimento a Torino piuttosto che in Inghilterra. Adesso viene però la parte complicata, perché la Juve intenderebbe arrivare agli obiettivi inserendo contropartite tecniche oltre che contanti. Felipe Melo, Iaquinta, Amauri, Sissoko sono in vendita (come Grygera, Grosso, Motta, Manninger, buoni per altre operazioni), la loro cessione consentirebbe di alleggerire il monte ingaggi e di ridurre l'apporto di cash negli acquisti. Ma, per un motivo o per l'altro, al momento i loro nomi non sembrano allettare più di tanto gli acquirenti.

Intanto la prossima settimana ci sarà un nuovo contatto con gli agenti di Aguero, via telefono o diretto visto che sono attesi in Italia. Parallelamente continuerà l'opera di convincimento della Roma per Vucinic. Attenzione però alla pista Giuseppe Rossi, che potrebbe tornare prepotentemente d'attualità se Sanchez firmerà davvero a breve per il Barcellona. Sullo sfondo resta anche Higuain, mentre un vecchio pallino dei bianconeri, Gilardino, ha avanzato dubbi sulla sua permanenza a Firenze.

A giorni, poi, sarà riempita la casella del terzino destro con la firma dello svizzero Lichtsteiner e poi resta sempre in piedi la questione centrocampista. Lo sguardo bianconero è rivolto sempre al Real Madrid per Lass Diarra e al Porto per Fernando (in entrambi i casi potrebbe verificarsi uno scambio con Felipe Melo). Le scadenze nei prossimi sette giorni sono molteplici. Innanzitutto la Juve riscatterà Matri, Quagliarella, Pepe e Motta. Poi giovedì il Cda straordinario varerà l'aumento di capitale (si parla di 120 milioni di euro) e il piano industriale quadriennale, mentre venerdì sarà il giorno delle comproprietà, con Palladino che potrebbe restare alla corte di Conte.

Quali acquisti servono alla Juve di Conte? Dì la tua sul forum

Tutti i siti Sky